CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Perugia, a sopresa viene sesonerato Breda: arriva Alessandro Nesta

Perugia Extra EVIDENZA2 Città

Perugia, a sopresa viene sesonerato Breda: arriva Alessandro Nesta

Redazione sportiva
Condividi

Alessandro Nesta

PERUGIA – A poche ore dalla conquista matematica dei playoff con due turni di anticipo dalla fine del campionato, a Pian di Massiano arriva la seconda doccia gelata del campionato 2017/2018. Il periodo poco proficuo che ha visto nelle ultime gare il Perugia, costa la panchina a Roberto Breda. Al suo posto starebbe per sbarcare allo stadio Curi un nome di peso, come quello dell’Eroe di Berlino Alessandro Nesta.

Il comunicato La notizia dell’esonero dell’ormai ex tecnico biancorosso, è stata dalla dalla società presieduta da Massimiliano Santopadre nella serata successiva al pareggio casalingo con il Novara. Oltre a Breda, riferisce il sodalizio perugino, è stato sollevato dall’incarico anche l’allenatore in seconda Carlo Richetti.

Nuovo allenatore Il Perugia avrà un nuovo mister che proverà a raggiungere la promozione in Serie A. Il nome del nuovo allenatore, come si legge nel comunicato sul sito ufficiale del Perugia, verrà reso noto entro lunedì prossimo. In pole position c’è Alessandro Nesta. Campione del Mondo nel 2006, bandiera di Lazio e Milan, il 27 febbraio 2014 è entrato a far parte dello staff tecnico del Montréal Impact come consulente principalmente con il ruolo di analista video delle partite della squadra canadese e degli avversari. Il 31 agosto 2015 diventa allenatore dei Miami FC, nuova società che parteciperà nel 2016 alla NASL. Termina la sua prima stagione da allenatore conquistando il settimo posto. L’anno seguente chiude al primo posto la regular season; nei successivi playoff per il titolo, viene eliminato in semifinale dai New York Cosmos. Il 18 novembre 2017 si dimette dalla guida della squadra

La carriera di Breda a Perugia Roberto Breda venne chiamato per risollevare le sorti del Perugia il 26 ottobre dello scorso anno, dopo il periodo buio della gestione di Federico Giunti. Il suo ruolino sulla panchina dei grifoni, dopo 30 incontri complessivi, parla di 12 vittorie, 11 pareggi e solo 7 sconfitte in campionato. In Coppa Italia da ricordare la rocambolesca gara contro l’Udinese, finita con un clamoroso 8-3 in favore dei friulani che decretò l’eliminazione degli umbri dal torneo.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere