CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, Egpis per incentivare l’attività sportiva tra le ragazze

Perugia Assisi Sport Foligno Spoleto Extra Città

Perugia, Egpis per incentivare l’attività sportiva tra le ragazze

Redazione sportiva
Condividi

PERUGIA –  Si è concluso con successo Egpis (Encouraging girls’ partecipation in sport), progetto finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma Erasmus + volto ad incentivare l’attività sportiva ed evitare l’abbandono della pratica nelle ragazze di età compresa tra 13 e 17 anni. Coordinato, in Umbria, da Endas Perugia, ente di promozione sportiva, ha visto coinvolte nella prima fase le giovani del liceo Sesto Properzio e degli istituti Alberghiero e Serafico di Assisi, Galileo Ferraris di Spello, Cavour-Marconi-Pascal e Bonazzi-Lilli di Perugia, a cui si sono uniti nella fase finale anche i compagni maschi. Circa un centinaio gli studenti che sono stati impegnati in sfide di volley, basket e tchoukball al Palazzetto di San Marco a Perugia.

“Nel corso della prima parte del progetto – ha spiegato Fabio Piergiovanni, consigliere nazionale Endas – sono stati effettuati studi per rilevare le buone pratiche già esistenti in materia, cui è seguito un sondaggio all’interno delle scuole per conoscere quali fossero le motivazioni che spingono le ragazze ad abbandonare o a non intraprendere l’attività sportiva. Questo è avvenuto anche in altre regioni italiane e Paesi europei, con la collaborazione scientifica della Cyprus University of technology, quali Gran Bretagna, Portogallo, Repubblica Ceca, Svezia e Turchia dove il progetto, che ha preso vita nel 2015, è stato portato avanti da associazioni partner. Tenendo conto delle caratteristiche interne di ogni Paese dovute alla cultura, alle tradizioni, all’influenza delle religioni, al diverso sviluppo sociale e altro, si è poi individuata una metodologia per affrontare il problema e proposto alle ragazze un progetto pilota basato sul ‘fare sport divertendosi’. Nella fase successiva, i ‘Play Egpis’, insegnanti, allenatori e formatori hanno individuato insieme alle ragazze specifiche attività sportive ascoltando le loro preferenze e seguendo le indicazioni dei rappresentanti del progetto”.

Sul sito ufficiale egpis.eu si legge, infatti, di alcuni studi che rivelano come la partecipazione sportiva tra i bambini e gli adolescenti europei non sia coerente. Anche se una maggioranza di giovani tra i 15 e i 24 anni (64 %) fa esercizio fisico o pratica uno sport almeno una volta alla settimana, l’attività fisica tende a scendere nella fascia d’età compresa tra 13 e 17 anni nella maggior parte dei Paesi europei e la differenza tra i generi si fa più forte: il 74 per cento dei ragazzi esercita attività fisica su base regolare mentre la partecipazione tra le ragazze della stessa fascia di età è pari solo al 55 per cento.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere