CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, dopo 25 anni si rafforza il gemellaggio con Seattle

Perugia Cronaca e Attualità Città

Perugia, dopo 25 anni si rafforza il gemellaggio con Seattle

Redazione
Condividi

PERUGIA – Nel 25esimo anniversario del primo patto di Gemellaggio tra Perugia e Seattle, il legame di amicizia e collaborazione tra il capoluogo umbro e la città americana è stato ribadito anche formalmente, con la firma, questa mattina, della conferma da parte del Sindaco Andrea Romizi e di Rebecca Lovell, delegata dal Sindaco Jenny  Durkan.

Cammino comune “Il mio doveroso ringraziamento–ha detto il Sindaco Romizi, inaugurando la cerimonia- a tutti coloro che, in questi 25 anni hanno fatto si che il legame tra Perugia e Seattle potesse crescere e rafforzarsi. Oggi facciamo tesoro del cammino fatto insieme –ha concluso- ma vogliamo anche proiettarci al futuro, un futuro per il quale guardiamo a Seattle con grande interesse come esempio di innovazione e di valorizzazione dei talenti, le sfide che stiamo affrontando anche a Perugia.”

Amicizia speciale Una speciale amicizia, fondata su un legame profondo è quella che lega Perugia a Seattle anche per Rebecca Lovell, che si è detta felice ed onorata di rappresentare la città americana in questa occasione. “Crediamo molto in questo proficuo rapporto con Perugia –ha sottolineato- che proprio a partire dalle nostre grandi differenze ci permette di apprezzare e rafforzare ciò che abbiamo in comune”. Il patto di gemellaggio era stato stretto il 5 maggio 1993 dall’allora Sindaco di Perugia Mario Valentini e dal Sindaco di Seattle Norman B. Rice. Da allora, il gemellaggio ha favorito incontri, collaborazioni e scambi fra le due comunità, con un’attenzione particolare alle giovani generazioni.

Come nacque il gemellaggio Lo stesso Sindaco Valentini, in occasione della cerimonia di conferma, ha voluto ricordare ciò che lo motivò a siglare quel patto. “L’idea –ha raccontato- nacque dalla volontà di un cittadino americano di origine tedesca, Hans Lemann, che aveva studiato a Perugia prima di trasferirsi dalla Germania negli Stati Uniti. Grazie alla sua intraprendenza e alla mediazione di Giuseppe Vicarelli di Saluzzo quella proposta divenne realtà. Fino ad allora –ha proseguito Valentini- Perugia era gemellata con alcune città dell’ex blocco sovietico (Bratislava dal 1962, Tubingen dal 1984 e Potsdam dal 1990), con le quali continuiamo ad avere buone relazioni. Sposai subito l’opportunità di aprirci all’America, consapevole che nel gemellaggio che tuttora ci lega a Seattle c’era un punto fondamentale che oggi va rinnovato, ovvero la validità del sistema democratico delle libertà, individuali e sociali.” Anche l’ex Sindaco ha voluto ringraziare le tante persone che in tutti questi anni hanno dato concretezza al patto di gemellaggio con le moltissime iniziative organizzate in ogni ambito.

Grande festa Presenti alla cerimonia anche gli assessori comunali Fioroni e Severini, Giuseppe Vicarelli di Saluzzo, Presidente onorario del Comitato di Gemellaggio Perugia-Seattle, in rappresentanza anche della Presidente Elisabetta Valentini, non presente perché a Seattle, la sua omologa Leslie Keller, Romolo Santoni, Presidente del Centro studi americanistici Circolo Amerindiano di Perugia, Cecil Hansen, Presidente della tribù Duwamish e diretta discendente del Capo Seathl. Subito dopo la firma alla Sala della vaccara, i festeggiamenti si sono spostati a Pian di Massiano, per i 10 anni dall’installazione della scultura-totem Sister Orca, realizzata e donata dall’artista nativo americano Marvin Oliver.

Celebrazioni L’appuntamento è stato anche l’occasione per intitolare l’area verde del Terminal Minimetrò dove è collocata la statua alla città di Seattle, analogamente a quanto ha fatto la stessa città americana esattamente un anno fa, intitolando una piazza del Julia Lee’s Park a Perugia. Una festa colorata, scandita dal ritmo delle danze e dei canti dei nativi americani della tribù Duwamish, giunti per l’occasione, alla quale hanno partecipato anche i bambini della scuola elementare Carlo Collodi di Perugia, gemellata con alcune scuole americane. I bambini, oltre a dare il benvenuto agli ospiti con alcuni canti, hanno realizzato per l’occasione dei disegni che resteranno in mostra presso l’Info Point del Minimetrò. Alla cerimonia a Pian di Massiano non è voluto mancare l’ex Sindaco Renato Locchi, che si è unito a Romizi e Valentini.

Conferma del gemellaggio con Grand Rapids Dopo quello con Seattle, Perugia riconfermerà il patto di gemellaggio anche con Grand Rapids, nel 25esimo anniversario della firma, avvenuta il 13 agosto del 1993 tra l’allora Sindaco di Perugia Valentini e di Grand Rapids Logie. Per l’occasione sarà a Perugia il Sindaco di Grand Rapids Rosalynn Bliss, accompagnata da Jenna Arcidiacono, in rappresentanza del Grand Rapids-Perugia Sister City Committee (Comitato di Gemellaggio Grand Rapids-Perugia) e un delegato allo sviluppo economico della città. Insieme a loro anche un gruppo di cittadini americani e il gruppo corale Grand Rapids Choral Society.

Firma del patto Lunedì 15 ottobre è prevista la cerimonia ufficiale di conferma del patto di gemellaggio, alla Sala della Vaccara alle 11,30, con la firma da parte dei due Sindaci. Alle 15, invece, a San Matteo degli Armeni sarà messo a dimora un acero, simbolo del Michigan e anche dell’amicizia che lega le due città; infine, alle 17,30 la sala dei Notari ospiterà il concerto del Grand Rapids Choral Society, in collaborazione con il Festival Musica dal Mondo.

Giovedì 16 ottobre, gli ospiti faranno visita alla scuola elementare Montessori E. Valentini, gemellata da anni con le scuole elementari di Grand Rapids.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere