CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, donna abortisce in bagno: avviata indagine interna all’ospedale

Perugia Cronaca e Attualità Città

Perugia, donna abortisce in bagno: avviata indagine interna all’ospedale

Redazione
Condividi
Una corsia dell'ospedale di Perugia
Una corsia dell'ospedale di Perugia

PERUGIA – L’Azienda Ospedaliera di Perugia ritiene opportuno informare con una nota stampa, sul caso riguardante una gravidanza “ad alto rischio” gemellare con una unica placenta e un unico sacco amniotico.

I fatti A seguito di alta criticità del caso – rende noto l’ufficio stampa -, la donna è stata presa in carico e seguita presso gli ambulatori della Struttura Complessa di Ostetricia. Nel corso dell’ ultimo controllo, è stata accertata la morte di uno dei due feti. Tale situazione elevava in maniera esponenziale il rischio di morbilità e mortalità dell’altro feto e poneva a rischio la salute stessa della donna.

Dramma La coppia, dopo essere stata informata dal personale medico, intraprendeva la scelta di un aborto terapeutico, che veniva programmato per il 9 marzo scorso Il ricovero si è svolto come previsto. L’aborto è stato indotto farmacologicamente, e tenendo in considerazione il possibile rischio emorragico , sono state predisposte adeguate scorte di sangue. L’espulsione dei feti è avvenuta mentre la donna si trovava nel bagno della stanza di degenza.

Dimissioni La donna è stata assistita presso la degenza, come da prassi per una migliore tutela della privacy in un momento particolarmente delicato e doloroso per la coppia. A seguito di un successivo sanguinamento, la donna è stata trasferita in sala Operatoria, per la necessaria assistenza; nel corso delle attività assistenziali sono stato anche eseguite trasfusioni di sangue. Il decorso è stato regolare tanto è vero che la donna è stata dimessa in buone condizioni generali dopo tre giorni dal ricovero .

Indagine A seguito delle rimostranze verbali fatte dalla coppia al personale sanitario, unicamente riferibili agli aspetti comunicativi e di relazione, peraltro nei confronti di una sola figura professionale, l’Azienda Ospedaliera ha avviato una indagine interna al fine di accertare eventualiresponsabilità e/o criticità

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere