CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, dal debutto arriva un punto: finisce 1-1 contro il Brescia

Calcio Perugia Sport Extra EVIDENZA2 Città

Perugia, dal debutto arriva un punto: finisce 1-1 contro il Brescia

Alessandro Minestrini
Condividi

BRESCIA-PERUGIA 1-1 (1-0)

BRESCIA (4-3-1-2): Alfonso, Mateju, Tonali, Gastaldello, Ndoj, Donnarumma (39′ st Dall’Oglio), Curcio, Romagnoli, Bisoli, Ferrari (22′ st Morosini), Tremolada (24′ st Lancini). A disp.: Andrenacci, Spalek, Belkheir, Rondanini, Carillo. All. Suazo

PERUGIA (3-5-2): Gabriel, Felicioli, Verre, Mazzocchi (1′ st Mustacchio), Bianco (33′ st Kingsley), Vido, Ngawa, Cremonesi, Moscati, Falasco, Han (19′ st Melchiorri). A disp.: Leali, Perilli, El Yamiq, Sgarbi, Kingsley, Ranocchia, Bordin, Bianchimano, Dragomir, Kouan. All. Nesta

ARBITRO: Ivano Pezzuto di Lecce (Imperiale – Pagliardini)

RETI: 42′ pt Bisoli, 45’+4 st Vido (rig.)

NOTE: Ammoniti Cremonesi, Bianco. Espulso Gastaldello

BRESCIA – Soffre e riesce a portare a casa un punto il Perugia nel debutto della stagione 2018/2019 in esterna al Rigamonti. Nella prima frazione i grifoni giocano ad armi pari contro le rondinelle e solo nel finale una svista difensiva regala alla formazione biancazzurra il gol poi diventato decisivo. Nel secondo tempo, gli uomini di Nesta soffrono troppo il pressing dei lombardi e solo dopo l’espulsione di Gastaldello riescono a rimettere il naso nella metà campo avversaria. Quando tutto sembra perduto, viene concesso il rigore che regala alla squadra ospite il tanto agognato pareggio. Un inizio tutto sommato non proprio da buttare via. Servono più sicurezza e altrettanta fiducia. La strada è lunga e perigliosa.

Primo tempo Nesta sceglie il 3-5-2 con Gabriel fra i pali, Ngawa e Falasco ai lati e Cremonesi centrale. A centrocampo Mazzocchi, Moscati, Bianco, Verre e Felicioli. In attacco la coppia formata da Han e Vido. Prima del calcio d’inizio, subito dopo l’Inno di Mameli, è stato rispettato un minuto di silenzio in ricordo delle vittime del crollo del ponte Morandi di Genova e dell’alluvione nel Polino. Quella odierna, è bene ricordarlo, si tratta della prima partita ufficiale sulla panchina di una squadra professionista per David Suazo. Arriva il fischio del signor Pezzuto e si comincia: a capitan Bianco il primo pallone della stagione. La prima azione vede Han lanciato verso la porta bresciana fermato dalla difesa locale. All’8′ falcata di Donnarumma verso Gabriel; il reparto arretrato perugino viene colto di sorpresa e fortunatamente Cremonesi fa muro. Sul fronte opposto, al 13′, Verre spennella al limite dell’area delle rondinelle senza trovare un compagno a concludere. Dopo 4′ Ngawa è da Gialappa’s e Tremolada ne approfitta. Il sinistro dell’ex Ternana sfiora di pochissimo uno dei legni della porta biancorossa. Al 21′ cross da destra di Mazzocchi, con Han e Vido che non riescono ad arrivare sul pallone. Al 24′ Cremonesi atterra Ferrari e viene ammonito. Al 27′ il nordcoreano in forza alla squadra di Nesta viene lanciato in contropiede ma controlla ma viene fermato da Mateju. Al 28′ un difensore dei lombardi intercetta di testa un tiro. Sulla ribattuta si fionda Felicioli che calcia alle stelle. Dopo una fase non proprio avvicente, il risultato si sblocca in favore dei padroni di casa al 42′. Traversone a tagliare di Curcio, con Bisoli, attento, che sferza al volo e insacca, lasciando a bocca aperta la difesa ospite. Non viene assegnato recupero e si va negli spogliatoi per la pausa sull’1-0 Brescia.

Secondo tempo Al ritorno dall’intervallo, Nesta sceglie di scambiare Mustacchio con Mazzocchi. Errore da penna blu per Verre, che tocca con le mani la palla pensando di avere punizione a favore. Dal calcio piazzato per i bresciani esce un nulla di fatto. Poco Perugia in avvio di ripresa. Numerosi i tentativi di Han per sfondare tutti però ricacciati dalle rondinelle. Al 9′ il Perugia può trovare il riscatto su una punizione dalla trequarti che viene calciata nel peggiore dei modi. I grifoni sembrano essere caduti nella trappola del Brescia e non riescono nemmeno a superare la propria metà campo. Al 14′ Mustacchio crossa dalla destra; Cremonesi schiaccia ma la sfera rimbalza proprio davanti ad Alfonso finendo out. Al 16′ Ferrari trattiene Ngawa e il suo nome viene scritto sulla lista dei cattivi. Al 17′ punizione insidiosa battuta da Moscati. Felicioli si smarca alla perfezione, intercetta ma non trova nessuno a finalizzare l’azione. Al 20′ secondo avvicendamento per il Perugia: fuori Han e dentro Melchiorri. Poco dopo, Suazo fa entrare Morosini al posto di Ferrari. Al 23′ la squadra di casa resta in 10 in seguito al rosso diretto comminato a Gastaldello, reo di aver colpito al volto con un pugno Vido. Qualche secondo più tardi, Tremolada passa il testimone a Lancini. Ndoj a pochi passi dall’area di rigore avversaria viene spinto per terra da Bianco e il capitano dei grifoni. Al 34′ proprio Bianco lascia il terreno di gioco per far debuttare il giovanissimo Kingsley. Al 35′ afflato da parte di Melchiorri che in acrobazia prova a sorprendere Alfonso mancando clamorosamente l’obiettivo. Il Grifo getta alle ortiche un’altra occasione al 43′. Melchiorri in diagonale, fuori per una questione di millimetri. Nel recupero, Bisoli atterra in area Vido. L’attaccante ex Atalanta non fallisce il tiro dal dischetto e firma l’1-1 finale.

Le osservazioni di Nesta “E’ stata una partita giocata su campo difficile – ha detto al termine della gara il mister -. Abbiamo fatto un buon primo tempo, ma nell’unica palla messa in area dal Brescia abbiamo preso gol. Non siamo stati bravi nella prima parte del secondo tempo male, poi abbiamo trovato l’accelerata nel finale dove siamo riusciti a trovare il rigore che ci ha regalato il pareggio. Mi è piaciuta la personalità dei miei uomini, abbiamo perso qualcosa ma tutto sommato è andata bene. C’è tanto lavoro da fare ma abbiamo lo spirito giusto per guardare avanti”.

Le gare della prima giornata Brescia-Perugia 1-1, Cremonese-Pescara, Salernitana-Palermo, Venezia-Spezia (sabato), Verona-Padova, Ascoli-Cosenza, Cittadella-Crotone, Foggia-Carpi (domenica), Benevento-Lecce (lunedì)

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere