CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, da Pescara arriva un mezzo sorriso: finisce con una rete per parte

Calcio Perugia Sport Extra EVIDENZA2 Città

Perugia, da Pescara arriva un mezzo sorriso: finisce con una rete per parte

Redazione sportiva
Condividi

PESCARA-PERUGIA 1-1 (1-0)

PESCARA (4-3-3): Fiorillo, Del Grosso, Scognamiglio, Mancuso, Memushaj, Brugman (31′ st Crecco), Marras, Bruno, Perrotta, Ciofani (42′ st Balzano), Sottil (38′ st Bellini). A disposizione: Kastrati, Capone, Elizalde, Pinto, Bettella, Farelli, Antonucci, Kanoute, Camilleri. All. Pillon

PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel, Rosi, Sgarbi, Gyomber, Mazzocchi, Kingsley (9′ st Falzerano), Carraro (1′ st Bianco), Dragomir, Verre (38′ st El Yamiq), Vido, Sadiq. A disposizione: Bizzarri, Perilli, Cremonesi, Falasco, Bordin, Moscati, Kouan, Melchiorri, Han. All. Nesta.

ARBITRO: Antonio Rapuano della sezione di Rimini (Daniele Marchi della sezione di Bologna e Pietro Dei Giudici della sezione di Latina)

RETI: 28′ pt Memushaj, 25′ st Vido

NOTE: Espulso Sgarbi per doppia ammonizione. Ammoniti Perrotta, Sottil, Bruno, Scognamiglio

PESCARA – Reduce da due pesanti stop consecutivi il Perugia torna nuovamente a mettere in cascina punti. Dalla gara disputata venerdì sera all’Adriatico-Cornacchia i grifoni di Alessandro Nesta impattano contro il Pescara 1-1 in rimonta conquistando di conseguenza un punto. Gara non proprio spettacolare, con gli ospiti in bambola per tutto il primo tempo. La riscossa avviene nella ripresa e, per fortuna, mette fine alla serie negativa che l’ha fin qui contraddistinto.

Il match È Memushaj a rompere gli indugi al 14′, con un tiro che viene murato dalla difesa del Grifo. Al 18′ il Perugia risponde con Verre, che lancia la sfera troppo debolmente verso la porta avversaria. Al 20′ blitz di Marras nell’area degli umbri; Gabriel è bravissimo ad allontanare il pericolo. Al 23′ un lancio di Sadiq dal limite viene deviato dal reparto arretrato abruzzese ed è calcio d’angolo. Al 29′ Memushaj sulla ribattuta di un calcio di punizione beffa l’estremo perugino e porta avanti i suoi. Al 38′ il centrocampista albanese dei delfini tenta il bis ma la palla sibila alta sopra la traversa. Al 12′ della ripresa Ciofani prova a mettere a segno il raddoppio ma l’occasione si spegne a lato della porta. Brugman al 18′ dà il meglio di sé rivelandosi però un azzardo. Al 23′ ghiotta occasione per gli ospiti a opera di Sgarbi: Ciofani salva in extremis sulla linea. Al 25′ un pallonetto velenoso di Vido si traduce in gol: è 1-1. Al 36′ Sgarbi viene mandato sotto la doccia prima della fine del tempo regolamentare per somma di ammonizioni e lascia i suoi in 10. Pochi i sussulti nel finale. Il Perugia torna a casa con un mezzo sorriso.

Prossimo