CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, così proprio non va: col Foggia nuova fumata nera (1-0)

Calcio Perugia Sport Extra EVIDENZA2 Città

Perugia, così proprio non va: col Foggia nuova fumata nera (1-0)

Redazione sportiva
Condividi

(foto da acperugiacalcio.com)

FOGGIA-PERUGIA 1-0 (0-0)

FOGGIA (3-5-2): Leali, Billong, Ranieri, Greco, Iemmello, Deli (22′ st Galano), Zambelli (37′ pt Loiacono), Martinelli, Mazzeo, Gerbo, Busellato. A disp.: Noppert, Agnelli, Tonucci, Arena, Ngawa, Cecrelli, Chiaretti, Boldor, Matarese, Di Masi. All. Grassadonia

PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel, Rosi, El Yamiq (27′ st Sgarbi), Verre, Mazzocchi (1′ st Falasco), Vido, Carraro, Sadiq, Dragomir (20′ st Kingsley), Kouan, Gyomber. A disp.: Bizzarri, Perilli, Felicioli, Ranocchia, Cremonesi, Moscati, Falzerano, Han. All. Nesta

ARBITRO: Di Paolo della sezione di Avezzano (Muto – Rossi)

RETI: 28′ st Greco (rig.)

NOTE: Ammoniti Vido, Sgarbi

FOGGIA – Ancora 90’ di passione per vedere ancora accesa l’ultima, flebile speranza per qualificarsi ai playoff. Nulla da fare per il Perugia, che nel posticipo della penultima giornata cade al cospetto del Foggia. Una gara non del tutto malvagia, nella quale entrambe le formazioni hanno creato e sciupato tanto. Paga però il risultato finale. Con una sconfitta che poteva essere evitata. Una vera e propria beffa, frutto di un errore di Sgarbi che pochi secondi dopo essere entrato in campo al 30’ della ripresa, abbatte in area l’ex Mazzeo. Il risultato è più che malevolo: rigore per i satanelli e giallo per il giocatore biancorosso. Dal successivo tiro dal dischetto Greco la insacca, garantendo ai rossoneri di mister Grassadonia tre punti preziosi, che li allontanano dalla zona retrocessione e li fanno entrare al momento fra le sfidanti per gli spareggi salvezza. Il Perugia, quindi, dovrà attendere l’ultima giornata del campionato cadetto per scoprire quale sarà il suo destino. La classifica consegna ancora alla squadra di Nesta una piccola chance per agganciare l’ultimo posto disponibile per la corsa verso la serie A. Lasciando da parte il discorso Palermo, contro la diretta sfidante Cremonese serve solo il successo. Ultima chiamata, questa volta il Grifo deve assolutamente rispondere.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo