CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, controlli Polizia al Pincetto: una baby gang cercava biglietti validi per rivenderli

Cronaca e Attualità

Perugia, controlli Polizia al Pincetto: una baby gang cercava biglietti validi per rivenderli

Redazione
Condividi

Una veduta del Pincetto

PERUGIA – Controlli dalla Polizia presso la fermata del Minimetro del Pincetto, dove, nei pressi dei tornelli di entrata vi erano degli stranieri molesti. Identificati 5 giovani i quali insistentemente erano alla ricerca dei biglietti vidimati dai passeggeri, alcuni raccolti dai contenitori dei rifiuti, altri chiesti insistentemente ai viaggiatori, con fare molesto. Tale condotta consente di ricavarne modeste somme se rivenduti mentre sono ancora in corso di validità.

Inoltre il gruppo aveva rivolto anche pesanti insulti nei confronti degli addetti della sicurezza che, accortisi dei movimenti dei giovani, erano intervenuti. I 5 giovani identificati erano tutti da tempo regolarmente residenti in città e non noti precedentemente alle forze di Polizia. Tre di loro sono stati accompagnati negli uffici della Questura, perché privi di documenti al seguito. Veniva quindi accertata la loro identità; la più grande era una 23enne ivoriana. Un 18enne, italiano, di origine eritrea, è stato individuato per colui che ha insultato i controllori: se dovessero sporgere querela dovrà essere processato. Il terzo è un ventenne nigeriano; quest’ultimo e la ragazza ivoriana sono stati denunciati perché hanno violato la normativa sul soggiorno degli stranieri, in quanto erano sprovvisti di documenti di riconoscimento che devono sempre portare al seguito.

 

Coma etilico Ieri pomeriggio nel raccordo che da Mantignana conduce a Corciano la Polizia è stata chiamata per un incidente stradale. Mentre la Volante stava per arrivare, un’altra autovettura, non accortasi per tempo dalla fila creatasi nel primo incidente, ha causato un tamponamento ad una vettura ferma, in attesa dello smaltimento della fila.

Il conducente si presentava ai poliziotti, giunti molto velocemente, in uno stato di evidente alterazione, con difficoltà nella parola e nel deambulare. Hanno richiesto l’intervento della Polizia Stradale che ha effettuato la prova dell’alcool test: il ragazzo, un giovane di 29 anni, residente a Magione, è risultato positivo per un tasso alcoolemico pari a 2.25, mentre il limite è 0,50. Negli uffici della Questura, i poliziotti hanno sottoposto l’auto, una Fiat punto, a fermo e sequestro ai fini della confisca, al ritiro della patente ed infine a denunciarlo per violazione dell’articolo 186 del Codice della Strada.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere