CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Perugia, coltellata al costato: uomo trovato morto nella notte in un parcheggio. E’ subito scontro politico. Romizi: “Interventi urgenti”

EVIDENZA Perugia Cronaca e Attualità Extra Città

Perugia, coltellata al costato: uomo trovato morto nella notte in un parcheggio. E’ subito scontro politico. Romizi: “Interventi urgenti”

Redazione
Condividi

Agenti di Polizia a Fontivegge

PERUGIA – Ucciso con una coltellata al costato un tunisino di 35 anni trovato morto nella notte nel piazzale del centro smistamento delle Poste, nella zona tra Case Bruciate e Fontivegge. Sono in corso indagini da parte della Polizia che sta cercando di risalire a chi lo abbia ucciso. Al momento non è stata individuata l’arma del delitto.

Ipotesi lite La prima ipotesi è che la vittima sia stata uccisa nel corso di una lite. L’uomo era sposato con un’italiana ed è stato più volte arrestato per motivi legati allo spaccio di droga. Gli inquirenti non escludono che l’episodio possa essere legato a un regolamento di conti.

Precedenti per spaccio Il 35enne – secondo quanto sono riusciti a scoprire gli uomini della questura -, era stato più volte arrestato per questioni legate allo spaccio di droga. Lo straniero era regolarmente residente in Italia. Era infatti spostato con una italiana e quindi aveva un permesso di soggiorno.

Intervento La polizia è intervenuta dopo che era stato notato del trambusto in zona. Una volta sul posto gli agenti hanno trovato l’ uomo a terra, già morto. Inutili i soccorsi del 118. Il trentottenne presentava tra l’ altro una ferita alla testa, probabilmente dovuta alla caduta. Sul posto sono intervenuti la squadra mobile della questura e la polizia scientifica, coordinati dal magistrato di turno, oltre al medico legale.

Nel frattempo monta immediatamente la polemica politica.

Prisco L’assessore all’Urbanistica, e deputato di Fdi, Emanuele Prisco dichiara che “il Comune non intende arretrare sulla riqualificazione urbana di Fontivegge e per questo motivo chiediamo che vengano sbloccati nel minor tempo possibile i fondi, in maniera tale da proseguire l’opera già iniziata e poter finalmente restituire il quartiere alla gente perbene e alle attività commerciali che inevitabilmente allontanerebbero i delinquenti. Scelte politiche sbagliate – conclude – potrebbero vanificare il buon lavoro fatto dalle forze dell’ordine in questi ultimi anni a Perugia dove, oggettivamente, gli episodi di criminalità nel centro storico e a Fontivegge sono diminuiti dopo aver toccato livelli inaccettabili con altre forze politiche al governo locale e nazionale”.

Leonelli Di tutt’altro avviso il consigliere regionale Pd, Giacomo Leonelli: “Basta con le facili promesse, basta con le proposte ad effetto, basta con le sterili polemiche politiche cui ci hanno abituato quelli che adesso non riescono neppure a sbloccare le risorse per i progetti di riqualificazione. In poche parole – prosegue Leonelli – basta con la propaganda facile. Per anni il centrodestra ha cercato capri espiatori nelle passate amministrazioni e nel passato governo e invece a Fontivegge si continua a spacciare e si continua a morire nei piazzali dei condomini, come è accaduto stanotte. Facciamo invece squadra, cominciando dai soldi del bando periferie – conclude Leonelli -. Si tratta di risorse importanti per riqualificare quell’area. Siamo pronti a fare la nostra parte accanto a Sindaco e Giunta Comunale: i partiti del Governo del Cambiamento (Lega e M5s) non possono continuare a far finta di nulla!”.

Romizi Sulla vicenda interviene anche il sindaco Romizi: “Ciò che è successo durante la notte tra sabato e domenica a Fontivegge conferma l’importanza e la necessità della progettualità avviata nel quartiere mediante gli interventi previsti dal Piano periferie, che non può assolutamente fermarsi, ma anche l’esigenza di un presidio fisso di polizia nella zona affinché venga garantita una maggior sicurezza ai cittadini”. Secondo il sindaco “nella zona della stazione servono medicine straordinarie perché altre cure si sono dimostrate insufficienti – spiega il sindaco in una nota –. Proprio per questo motivo in questi quattro anni abbiamo pianificato interventi strutturali capaci di riqualificare e rifunzionalizzare l’intera area. Sono pertanto essenziali i milioni di euro provenienti dal Bando periferie insieme a un rinnovato impegno da parte del governo”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo