CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, Alberto Cerri per sempre: 1-0 alla Cremonese e quarto posto

Calcio Perugia Sport Extra EVIDENZA2 Città

Perugia, Alberto Cerri per sempre: 1-0 alla Cremonese e quarto posto

Alessandro Minestrini
Condividi

Alberto Cerri (foto Settonce)

PERUGIA-CREMONESE 1-0

PERUGIA (3-5-2): Leali, Pajac (12′ Germoni), Magnani, Gustafson, Mustacchio, Di Carmine, Buonaiuto (56′ Cerri), Volta, Del Prete, Diamanti (70′ Bandinelli), Bianco. A disp.: Santopadre, Nocchi, Zanopn, Colombatto, Belmonte, Dellafiore, Bandinelli, Terrani, Kouan. All. Breda

CREMONESE (4-3-2-1): Ujkani, Castrovilli (63′ Cavion), Brighenti, Marconi, Pesce, Perrulli (56′ Scamacca), Canini, Cinaglia, Arini, Cinelli (74′ Scappini), Garcia Tena. A disp.: Ravaglia, D’Avino, Sbrissa, Bignami, Putzolu, Camara, Gomez. All. Tesser

ARBITRO: Riccardo Pinazani della sezione di Empoli (Capaldo – Scarpa)

RETI: 69′ Cerri

NOTE: 2.488 paganti per un totale di 8.568 spettatori. Ammoniti Garcia Tena, Castrovilli, Diamanti, Ujkani, Gustafson, Pesce.

PERUGIA – Sotto il diluvio del Venerdì Santo arriva la prima, vera, tangibile soddisfazione stagionale del Perugia. I grifoni di Roberto Breda conquistano i fatidici tre punti che consentono di toccare quota 50. Tradotto in soldoni: è salvezza matematica. Man of the match ancora una volta lui: il gigante di Parma, Alberto Cerri, che di ritorno dagli impegni della Nazionale Under 21, entrato nel corso della ripresa, ha centrato il gol della vittoria perugina. Gli umbri dominano per tutto l’incontro. La ciliegina sulla torta la matte l’attaccante parmense al 69′. E quarto posto sia. Il volo del Grifo non si arresta.

Primo tempo Torna Volta dal 1′. La sorpresa di giornata è Buonaiuto, preferito a Bandinelli. Prima del fischio d’inizio, un minuto di silenzio per ricordare Emiliano Mondonico (che nella sua lunga carriera fu anche giocatore e guida dei grigiorossi), scomparso ieri al termine di una lunga malattia. Grifo subito col coltello fra i denti. Mustacchio serve Di Carmine, che col tacco cede a Diamanti trovando, però, l’opposizione di Brighenti. Al 4′ calcio di punizione per i biancorossi dalla trequarti. Sugli sviluppi ci prova Pajac di testa, che appoggia male la gamba ed è costretto a lasciare momentaneamente il campo. All’8′ Perrulli tenta la conclusione dalla distanza mandano la sfera a lato della porta perugina. Causa infortunio, Pajac va a sedersi in panchina al 12′: entra Germoni. Al 13′ fraseggio Diamanti-Mustacchio, con quest’ultimo che fallisce in malo modo un cross. Al 20′ brutta punizione calciata da Diamanti; Ujkani cattura con facilità. Al 30′, dopo un contrasto, Del Prete rimane a terra dolorante: intervengono i sanitari e il capitano torna a lottare. Al 33′ buon suggerimento di Diamanti all’indirizzo di Di Carmine, che non arriva in tempo sulla sfera. Al 34′ Garcia abbatte Diamanti: per lui arriva il giallo. Al 40′ Alino nuovamente protagonista, questa volta con una punizione che impegna l’estremo dei lombardi. Al 43′ sulla lista dei cattivi finisce anche Marconi. Al 47′ il direttore di gara manda le due formazioni alla pausa.

Secondo tempo Terminati i 15′ di intervallo si torna a battagliare sotto l’acqua con gli stessi protagonisti. Al 2′ bella iniziativa di Germoni, che cede la palla a Gustafson al limite dell’area. Lo svedese calcia malissimo e si ricomincia con una rimessa dal fondo. Il Grifo resta avanti e offre altri due momenti al cardiopalma (prima con Diamanti, poi con Del Prete) che si concludono con un nulla di fatto. Al 5′ Mustacchio tenta il cross, ma viene murato. Al 10′ Tesser attua il primo avvicendamento sulla sua panchina: fuori Perulli, dentro Scamacca. Cambio in attacco anche per il Perugia, con Cerri per Buonaiuto. Al 13′ Di Carmine tenta l’incursione, ma trova l’opposizione della difesa ospite. Il Perugia ha idee brillanti, ma non la precisione giusta. Al 18′, per i grigiorossi Cavion prende il posto dell’infortunato Castrovilli. La svolta arriva al 24′. Punizione sulla sinistra battuta di Diamanti; Cerri si coordina alla perfezione, incorna e batte Ujikani regalando così ai grifoni la gioia dell’1-0. Alino Diamanti lascia il rettangolo verde accompagnato dagli applausi dei tifosi al 26′: Breda sceglie Bandinelli. Al 30′, sul fronte avversario il perugino di nascita Scappini per Cinelli. Al 31′ ammonizione per Mustacchio per fallo su Gavion. Perugia vicino al 2-0 al 32′: tiro dalla bandierina, con Del Prete che non ci arriva per un pelo. Brividi al 38′ fra le file perugine: l’assistente alza la bandierina e nega alle tigri il gol dell’ipotetico pareggio. Assalto prolungato della Cremonese. Leali è in gran spolvero e neutralizza tutto. Si gioca fino al 94′. Il triplice fischio fa esplodere il Curi.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere