CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Perugia, c’è il Verona di Grosso e Di Carmine. Nesta: “Dobbiamo avere personalità”

Calcio Perugia Sport Città

Perugia, c’è il Verona di Grosso e Di Carmine. Nesta: “Dobbiamo avere personalità”

Redazione sportiva
Condividi

Alessandro Nesta (foto da acperugiacalcio.com)

PERUGIA – Nel mezzo del nuovo marasma che per l’ennesima volta in questa stagione ha coinvolto il campionato di Serie B, il Perugia volge l’attenzione verso la gara di domani in esterna al Bentegodi contro il Verona. Una partita, quella contro gli scaligeri (attualmente al secondo posto in coabitazione col Palermo a quota 14), che costituisce l’ennesimo banco di prova per i grifoni, fermi in tredicesima posizione con 8 punti dopo la debacle di settimana scorso con la Salernitana.

L’avversaria “Il Verona ha giocatori importanti – afferma il giorno prima dell’incontro l’allenatore del Grifo, Alessandro Nesta – noi dobbiamo riconoscere le situazioni in cui possiamo andare a prendere la palla, catturarla e provarci senza aspettare. Dobbiamo saper attaccare e difendere nei momenti giusti. In uno stadio importante come il Bentegodi dobbiamo avere personalità. Se avremo la personalità giusta possiamo giocarcela e provare a portare a casa punti. Come tutte le partite ci saranno momenti migliori e peggiori, dobbiamo dimostrare maturità gestendo al meglio le situazioni in cui caliamo d’intensità. Allo stesso modo, dovremo essere spietati quando ci sentiamo forti”.

Dall’altra parte c’è Di Carmine Una delle domande non poteva che fare riferimento al parco attaccanti dei gialloblù con particolare riferimento all’ex Di Carmine: “Sappiamo le caratteristiche di Di Carmine senza dimenticare Pazzini che sa attaccare la linea benissimo. Sono giocatori importanti ed a fine campionato portano sempre a casa un bel bottino di gol”.

Campioni del Mondo Nesta domani incontrerà anche il suo carissimo amico Fabio Grosso (allenatore dei veneti), col quale ha condiviso la vittoria ai Mondiali del 2006: “Con Fabio Grosso ho bellissimi ricordi, ma quando si gioca non ci sono amici, fratelli o parenti”.

Vicino a Dragomir Una menzione particolare a Vlad Dragomir, assente nella partita contro la Salernitana a causa del lutto che ha colpito la sua famiglia la scorsa settimana: “Dragomir appena è tornato a Perugia ci ha chiesto di potersi allenare anche se l’allenamento era finito. É un ragazzo maturo, con grandi ambizioni, e anche nelle situazioni difficili vuole emergere e giocare”.

Senatori Infine mister Nesta ha fatto le congratulazioni alla vecchia guardia della squadra: “Sono molto soddisfatto dei senatori. Ad inizio stagione ho detto loro che dovevano far crescere i giovani e così stanno facendo. Gabriel ci ha salvato tante volte, Verre veniva da un infortunio e ora sta tornando in forma”.

Polemica sul campionato Per chiudere, una domanda sul format del campionato: “Con i giocatori non parliamo mai delle situazioni extra-campo. Quello che dobbiamo fare è giocare”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere