CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, Carcere di Capanne: detenuto sferra pugno ad agente

Cronaca e Attualità

Perugia, Carcere di Capanne: detenuto sferra pugno ad agente

Redazione
Condividi

L'esterno del carcere di Capanne

PERUGIA – Un detenuto nel carcere di Perugia, nel reparto di isolamento, avrebbe preso a pugni un poliziotto. Lo riferisce il Sappe, il Sindacato Auotonomo di Polizia Penitenziaria di Perugia. L’uomo sarebbe un marocchino di 36 anni, in cella dal 2013 per spaccio di droga. Si tratta del secondo episodio in pochi giorni dopo quello del fanatico della jihad, che aveva aggredito un agente. Quest’ultimo fra l’altro è stato trasferito a Spoleto.

Secondo quanto riferisce il  segretario generale del sindacato autonomo, Fabrizio Bonino, l’agente è stato colpito con un pugno riportando ferite giudicate guaribili in dodici giorni: “Servono  adeguate sanzioni – dice Bonino- contro chi si rende responsabile di violenza contro appartenenti al Corpo di Polizia penitenziaria. Insomma, provvedimenti concreti che garantiscano sicurezza alle strutture e agli agenti. Ogni giorno contiamo eventi critici nelle carceri regionali”.

Più duro segretario generale Donato Capece: “Considerato il forte incremento dei detenuti stranieri in Italia, si faccia scontare agli immigrati condannati con sentenza definitiva la pena nelle prigioni dei loro Paesi. Potrebbe essere un forte deterrente contro chi delinque in Italia”.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere