CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, contro l’Empoli arriva un altro brusco stop: al Curi finisce 2-4

Calcio Perugia Sport Extra EVIDENZA2 Città

Perugia, contro l’Empoli arriva un altro brusco stop: al Curi finisce 2-4

Alessandro Minestrini
Condividi

Samuel Di Carmine (foto Roberto Settonce)

PERUGIA-EMPOLI 2-4

PERUGIA (4-4-2): Nocchi, Zanon (1′ st Dossena), Pajac (16′ st Belmonte), Monaco, Di Carmine, Buonaiuto, Volta, Bianco (1′ st Colombatto), Terrani, Cerri, Brighi. A disp.: Santopadre, Casale, Choe, Del Prete, Bandinelli, Kouan, Traore. All. Breda

EMPOLI (4-3-1-2): Provedel, Simic, Veseli, Zaic (34′ st Lollo), Krunic, Donnarumma (16′ st Romagnoli), Bennacer, Caputo, Castagnetti, Pasqual, Di Lorenzo. A disp.: Terracciano, Seck, Picchi, Piu, Luperto, Traore, Jakupovic, Polvani, Zappella, Ninkovic. All. Andreazzoli

ARBITRO: Livio Marinelli della sezione di Tivoli (Lanotte – Caliari)

RETI: 9′ pt – 36′ pt Donnarumma, 19′ pt – 13′ st Di Carmine, 21′ pt – 11′ st Caputo

NOTE: 1.280 paganti per un totale di 7.360 spettatori. Ammoniti: Veseli, Bianco, Castagnetti, Romagnoli, Simic, Colombatto

PERUGIA – Si conclude in maniera triste e rocambolesca il 2017 e il girone d’andata per il Perugia. Giovedì sera al Curi è successo praticamente di tutto. Resta inalterata la delusione dei tifosi presenti, costretti ad assistere a una nuova sonora batosta dei propri beniamini. Le speranze sono tutte riposte nel mercato di riparazione, con la speranza di un regalo natalizio tardivo da parte della società per risollevare almeno in parte le sorti del team.

Primo tempo Avvio giocato letteralmente sull’ottovolante. L’Empoli ha fame e già al 4′ lancia il primo assalto con Caputo, respinto dalla difesa locale. Al 7′ Cerri prova a colpire di testa un cross di Zanon ma lotta troppo e viene fischiato fallo in favore degli ospiti. I biancazzurri si portano avanti al 9′. Al termine di una lunga azione, Donnarumma – che non trova l’opposizione del reparto arretrato umbro – crocifigge Nocchi dalla distanza. Al 17′ Cerri, dopo aver intercettato un lancio lungo, lotta con Provedel all’interno dell’area di rigore. Il portiere empolese atterra l’attaccante perugino. L’arbitro, però, in maniera incredibile, non concede l’estrema punizione ai biancorossi. I grifoni si riscattano al 19′. Dopo una fuga sulla destra, Terrani imbecca Di Carmine un traversone basso. Il fendente del bomber è micidiale e il Grifo reimposta l’equilibrio. La gioia dura pochissimo. Al 21′ l’Empoli ritorna avanti grazie alla rete di Caputo. Il primo cartellino giallo della gara viene sventolato sotto il naso di Vaseli a causa di un contatto irregolare a centrocampo. Gli ospiti mostrano tutto il proprio orgoglio, mentre il Perugia resta invischiato sempre nelle solite trame. Al 29′ è Buonaiuto a tentare le conclusione, liberandosi magistralmente del proprio marcatore. Il suo tiro, sfortunatamente, vola alto. Nuovo svarione difensivo al 36′. Donnarumma banchetta e porta a due le lunghezze di vantaggio. Al 48′ il signor Marinelli manda le due squadre al riposo.

Secondo tempo Al ritorno dagli spogliatoi Breda decide per un doppio cambio: esce Bianco per far posto a Colombatto, mentre Dossena sostituisce Zanon. L’atteggiamento sembra cambiare alla ripresa delle ostilità. Il Perugia pigia il piede sul gas con Di Carmine e Buonaiuto. Provedel è sveglio e sventa tutto. Al 9′ ammonito l’empolese Castagnetti. La gelatina difensiva biancorossa di scioglie anche all’11’. Da vicinissimo, con l’aiuto di una deviazione di Volta, anche Caputo mette a segno una doppietta, portando i suoi, quindi, sull’1-4. Passano solo 120″ e i grifoni accorciano le distanze. In area si crea una gran mischia. Il tocco decisivo è di Di Carmine ed è 2-4. Al 19′ nuova sostituzione per la panchina perugina: fuori Pajac e dentro Belmonte. Anche Andreazzoli effettua un avvicendamento. esce uno degli eroi di giornata, Donnarumma, e fa il suo ingresso in campo Romagnoli, che riceve l’ammonizione poco dopo. Al 26′ il tiro di Bennacer vola di poco alto sopra la traversa di Nocchi. Al 31′ anche Colombatto viene sanzionato col giallo. Al 32′ occasione Empoli: sugli sviluppi di una punizione, Caputo non trova la gioia del tris, visto che la sua incornata si spegne a lato della porta umbra. Al 34′ finisce la gara di Zaic e inizia quella di Lollo. Le ultime speranza risultano tutte vane e a festeggiare è l’Empoli. Buon 2018, Grifo.