CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Perugia bello ma sciupone, gli errori la danno vinta alla Salernitana (2-1)

Calcio Perugia Sport Extra EVIDENZA2 Città

Perugia bello ma sciupone, gli errori la danno vinta alla Salernitana (2-1)

Alessandro Minestrini
Condividi

SALERNITANA-PERUGIA 2-1

SALERNITANA (3-4-1-2): Micai; Mantovani, Migliorini, Gigliotti; Casasola, Di Tacchio, Castiglia, Vitale; Mazzarani; Djruc, Jallow. A disp.: Vannucchi, Anderson, Pucino, Akpro, Di Gennaro, Odjer, Bellomo, Palumbo, Orlando, Anderson, Bocalon, Vuletich. All.: Colantuono.

PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel; Mazzocchi, Gyomber, Cremonesi, Felicioli; Dragomir, Bianco, Verre; Vido; Melchiorri, Mustacchio. A disp.: Leali, Perilli, Sgarbi, El Yamiq, Falasco, Moscati, Kouan, Ranocchia, Bordin, Kingsley, Terrani. All.: Nesta

ARBITRO: Piccinini di Forlì (assistenti Raspolini e Luciano, IV ufficiale Massimi)

SALERNO – Poteva andare meglio. Così, però, non è stato e per il Perugia non sono arrivati punti dalla trasferta contro la Salernitana. I grifoni sono stati protagonisti di una prestazione niente male. Buono il gioco, numerose le opportunità. Pochissima la precisione. Qualche svista di troppo e a guadagnarci sono stati i granata padroni di casa. Senza dimenticare la sciocca espulsione di Gyomber. Non può essere sempre primavera, ma anche il farsi male da soli di certo non aiuta.

Primo tempo Nesta si fida un’altra volta del più convicente 3-4-1-2. Melchiorri, al 5’, parte all’assalto non trovando il supporto fondamentale di Vido e Mustacchio. Al 6’, Djuric sciupa una conclusione spedendo altissima la palla sopra la porta avversaria. All’8’ nuova occasione per i granata: l’ex Di Tacchio ci prova ma Gabriel si tuffa e cattura la palla. Al 13’ traversone da destra di Casasola. Djuri incorna e fa sibilare il pallone poco sopra la traversa perugina. Contropiede per i grifoni al 19’: Vido, su assist di Moscati, costringe Micai a salvare in angolo. Al 21’ ancora Vido insidioso, con la difesa campana che respinge. Al 32’ Mustacchio in fase di tiro viene fermato in uscita dal portiere avversario. Al 36’ Gabriel provvidenziale su una conclusione di Mazzarani. Poco dopo calcio d’angolo in favore degli ospiti: sugli sviluppi Cremonesi non calibra nel modo migliore il colpo di testa che avrebbe potuto regalare ai biancorossi il gol dell’1-0. Allo scadere della prima frazione, una punizione battuta dai granata si spegne in un nulla di fatto. Il primo tempo termina così a reti inviolate.

Secondo tempo Inizio si secondo tempo a tutta birra per gli umbri. In avvio di ripresa, Micai è costretto a fare gli straordinari su due tentativi di Melchiorri. Vido, al 7’, colpisce in pieno la traversa degli ippocratici. Al 12’, la squadra di casa mette il naso avanti: Jallow prima impatta contro il legno, poi Mazzarani – grazie all’immobilismo della difesa ospite – mette in rete la zuccata vincente. La replica del Grifo non si fa attendere molto. Al 15’ Melchiorri viene atterrato in area da Micai e il direttore di gara concede il penalty. Vido dagli undici metri non fallisce ed è 1-1. La sfortuna però gioca un brutto scherzo al Perugia, che deve fare i conti con due infortuni: sia Vido che Kingsley si fanno male e il loro posto viene preso da Bianco e Kouan. Al 26’ un paio di grandi opportunità (protagonisti Mustacchio e Kouan) terminano non nel modo sperato. Al 33’ si annulla tutto l’ottimo lavoro fin qui costruito dai perugini. Gabriel commette una papera imperdonabile e Casasola non ha alcun problema a realizzare il raddoppio. Come se non bastasse, al 35’ Gyomber viene punito col rosso per aver usato dei termini non proprio carini nei confronti del signor Piccinini. Al 40’ Verre viene anticipato da dietro poco prima del fendente verso la porta avversaria. Ogni speranza di raggiungimento del pareggio si fa vana al 90’, quando Melchiorri cicca un fendente. Sei minuti di recupero e nulla più. Il Perugia torna dalla trasferta di Salerno con le mani vuote.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere