CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Perugia, Bassetti attacca gli odiatori di Francesco: “Se non piace, scegliete altre strade”

EVIDENZA Perugia

Perugia, Bassetti attacca gli odiatori di Francesco: “Se non piace, scegliete altre strade”

Redazione
Condividi
Il cardinale Bassetti e Papa Francesco
Il cardinale Bassetti e Papa Francesco

PERUGIA – Con pacatezza e fermezza come è nel suo carattere e stile. Ma con parole che non lasciano spazio a dubbi.”Criticare va bene ma questo distruttismo no. Se a qualcuno non piace questo Papa lo dica perché è libero di scegliere altre strade”. Così è uscito allo scoperto il presidente della Cei, il cardinale Gualtiero Bassetti, a margine dell’incontro avvenuto sabato mattina a Perugia, nella sede del Vescovado, con i giornalisti in occasione del patrono della categoria. Il cardinale  ha voluto tirare una riga rispetto a certi critici di Papa Francesco.

Sfogo Per poi aggiungere “Scusate lo sfogo – ha aggiunto il porporato – ma l’obiettivo di tutti deve essere quello di cercare risposte per il bene della Chiesa e dell’umanità”. All’incontro, promosso dall’Ufficio diocesano per le comunicazioni sociali in collaborazione con la sezione umbra dell’Unione cattolica stampa italiana, sono interventi anche il presidente dell’Ordine regionale dei Giornalisti Roberto Conticelli e il consigliere dell’Ordine nazionale Gianfranco Ricci.

Messaggio Il cardinale Bassetti, soffermandosi sul messaggio del Papa per la 54a Giornata mondiale delle comunicazioni sociali dedicata al tema “Perché tu possa raccontare e fissare nella memoria”  La vita si fa storia, ha evidenziato che “senza memoria si finisce per ripetere, in maniera acritica, gli stessi errori del passato». Il presule ha voluto presentare ai giornalisti perugini il prossimo evento Cei dal titolo: “Mediterraneo, frontiera di pace”, in programma a Bari dal 19 al 23 febbraio, che “vedrà riuniti i vescovi delle nazioni affacciate sul grande mare per proporre insieme percorsi di riconciliazione fra i popoli”. Il presidente della Cei si è anche soffermato sull’importanza di dare spazio ai “racconti costruttivi” più che alle “storie distruttive e provocatorie”, come sottolinea il Papa nel suo messaggio, “che logorano e spezzano i fili fragili della convivenza”-

Memoria In chiusura, il cardinale è intervenuto anche sull’importanza della memoria e del ricordo: “Tutto scorre e passa. Questo è un guaio, perché se non si conserva la memoria noi siamo votati a ripetere quello che è già avvenuto nel passato. Non solo – ha sottolineato il porporato – per come la Shoa o altre tragedie dell’umanità. Ma è veramente necessario fare memoria. Capire perché certe cose sono avvenute e non ripeterle. Invece di fare della storia un circolo vizioso, rotondo – ha concluso il cardinale Bassetti -, bisogna farne una linea retta”. Parole importanti, quelle pronunciate da Bassetti, che fanno capire in quale direzione si muove oggi la Chiesa di Papa Francesco.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere