CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, arriva l’Ascoli, Breda: “Ci deve essere gran voglia di rivalsa”

Calcio Perugia Sport Extra EVIDENZA2 Città

Perugia, arriva l’Ascoli, Breda: “Ci deve essere gran voglia di rivalsa”

Redazione sportiva
Condividi

Mister Breda dà indicazioni ai suoi (Foto Roberto Settonce)

PERUGIA – Sfida senza colori e muta quella di domani al Curi fra Perugia e Ascoli, a causa della nuova protesta dei tifosi contro i 10 daspo inflitti dalla questura ad altrettanti tifosi. Una partita, vista la poca distanza geografica, sentita quasi come un derby quella col bianconeri marchigiani, che arriva dopo l’1-1 ‘di rigore’ arrivato al termine di una poco convincente prova al Liberati nella straregionale di domenica scorsa e lo ‘scoppolone’ in gran parte tragico di giovedì in Coppa Italia contro l’Udinese, finito con un rocambolesco e pirotecnico 8-3 in favore degli uomini di Oddo.

Voglia di rivalsa Questo il messaggio lanciato a chiare lettere da Roberto Breda alla vigilia della sfida coi ‘picchi’:  “Ci deve essere una grande voglia di rivalsa – ha affermato il mister -. Ci aspetta una partita difficile contro un avversario che verrà a Perugia per fare punti”.

Prestazione degna di nota Quella che serve, per buttare via i ricordi della disfatta friulana, secondo Breda è una prestazione perfetta, come quella – aggiungiamo noi – contro il Carpi: “Abbiamo commesso un passo falso che vogliamo dimenticare con una prestazione importante. Giovedì sera non siamo stati equilibrati e non siamo stati squadra quindi parlare di cose positive nella partita contro l’Udinese non è facile. L’atteggiamento dei primi minuti e la voglia iniziale ci sono stati ma non abbiamo dato continuità nell’equilibrio e nella concentrazione”.

Gli avversari “L’Ascoli viene da uno 0-0 – ha detto Breda -, è una squadra fisica che ha giocatori esperti. È una squadra che è abituata a soffrire e per questo non sarà una partita facile”.

Chi c’è e chi non c’è Non risulta fra i convocati  Belmonte, che ancora deve fare i conti col fastidio muscolare al retto femorale sinistro subito alla Dacia Arena. Niente Ascoli neppure Mustacchio, che ha riportato un trauma contusivo al ginocchio sinistro. Passata la febbre, in campo ci sarà Pajac. Incluso nella lista dei 22 anche Del Prete. Salta un turno Volta, a causa del rosso ricevuto nel derby. Per la difesa, con molta probabilità, davanti alla porta di Rosati, i quattro saranno Del Prete, Monaco, Dossena e Pajac. La triade in mediana non subisce modifiche, con Brighi, Colombatto e Bandinelli come prescelti. A dare una mano ai goleador Di Carmine e Han, sulla trequarti confermatissimo Buonaiuto.