CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Perugia, in albergo con l’amante ma usando il nome della sorella

Cronaca e Attualità

Perugia, in albergo con l’amante ma usando il nome della sorella

Redazione
Condividi

Agenti di Polizia in azione

PERUGIA – Aveva una relazione clandestina con un 28enne sposato e con due figli, ma usava le generalità della sorella. La polizia l’ha scoperta e l’ha denunciata per sostituzione di persona e false attestazioni sull’identità personale.

Falsa identità Gli agenti della volante hanno scoperto la coppia durante un controllo in un albergo della periferia di Perugia; i due avevano preso una camera registrando solo il nome dell’uomo, un marocchino di 28 anni mentre lei, una cittadina italiana di 31 già di nazionalità marocchina, non aveva ancora sbrigato le procedure di registrazione. Alla richiesta di declinare le proprie generalità, la donna aveva risposto comunicando verbalmente i propri dati e affermando di non avere al seguito il documento di identità. Tuttavia, l’assenza di qualsiasi riscontro alla banca dati delle forze di polizia ha insospettito. Vista la sua ritrosia a dire la verità, le è stato detto che la avrebbero portata in questura. A quel punto ha vuotato il sacco, ammettendo di aver mentito e di aver fornito il nominativo e i dati della sorella. Ha aggiunto poi di averlo fatto per nascondere la relazione che ha con il 28enne.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere