CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, all’Arechi è 1-1: a Bocalon risponde Buonaiuto al 92′

Calcio Perugia Sport Extra EVIDENZA2 Città

Perugia, all’Arechi è 1-1: a Bocalon risponde Buonaiuto al 92′

Alessandro Minestrini
Condividi

Roberto Breda dà indicazioni ai suoi (foto Roberto Settonce)

SALERNITANA-PERUGIA 1-1

SALERNITANA (3-4-3): Radunovic (22′ pt Adamonis), Pucino, Vitale,Mantovani, Signorelli, Rodriguez (11′ st Rossi), Gatto, Schiavi, Bocalon, Ricci, Sprocati. A disp. Zito, Kiyine, Rizzo, Tuia, Minala, Odjer, Di Roberto, Perico, Cicerelli, Popescu. All. Bollini

PERUGIA (4-3-1-2): Nocchi, Zanon (24′ st Falco, 31′ st Mustacchio)), Pajac, Dossena, Monaco, Del Prete, Buonaiuto, Colombatto, Bianco, Cerri, Di Carmine (28′ st Han). A disp. Rosati, Santopadre, Volta, Casale, Choe, Emmanuello, Terrani, Brighi. All. Breda

ARBITRO: Antonio Rapuano di Rimini (Christian Rossi di La Spezia – Michele Grossi di Frosinone)

RETI: 29′ st Bocalon, 47′ st Buonaiuto

NOTE: 7168 spettatori, giornata con forte vento.

SALERNO – Un pareggio conquistato con le unghie e con i denti dal Perugia nel pomeriggio di sabato all’Arechi contro la Salernitana. Un punto che serve pochissimo al Grifo, che resta nel limbo della metà della graduatoria. Primo tempo assai noioso, a tratti soporifero. Nella ripresa, i biancorossi si presentano iperoffensivi ma non raggiungono il gol. I granata si portano in vantaggio in maniera clamorosa al 29′ con Bocalon che mette dentro il prima conclusione in rete del secondo tempo dei suoi. Quando sembra prevalere la peggiore delle ipotesi, al 92′ ecco di nuovo Albertone Cerri servire perfettamente Buonaiuto, che di testa insacca la rete che cambia le sorti dell’incontro.

Primo tempo Rosati accusa qualche problema alla schiena e Nocchi è obbligato a tornare fra i pali. Sulle fasce Zanon e Pajac e al centro della difesa ci sono Dossena (preferito a Volta) e Monaco. Sulla mediana c’è Bianco in sostituzione dello squalificato Bandinelli; completano il trio Del Prete e Colombatto. Sulla trequarti confermato Buonaiuto ai danni di Falco. Punte: Cerri e Di Carmine. Grifo subito propositivo. Al 2′ Del Prete crossa dalla destra per Di Carmine, che non si libera e la sfera è facile preda per Radunovic. Al 4′ tiro dalla bandierina in favore dei biancorossi. Sullo spiovente si avventa Dossena, ma la conclusione non è delle migliori e si ricomincia con una rimessa dal fondo. Al 20′ importante chance per gli ospiti. Di Carmine, lanciatissimo verso la porta avversaria, si schianta contro Radunovic. Il portiere dei campani resta a terra a causa della botta. Gli animi si elettrizzano e il direttore di gara sanziona col giallo causa proteste Colombatto e Schiavi. Dopo 4′ di stop si torna a battagliare e per gli ippocratici Adamonis prende il posto dell’estremo titolare, uscito nel frattempo in barella dal campo. Al 25′ un brivido corre lungo la schiena dei biancorossi. Su un pallonetto di Bocalon, Nocchi esce malissimo. Fortunatamente, la sfera si spegne sul fondo. Al 27′ corner per i perugini; la conseguente incornata di Zanon è però troppo sprecisa. Al 30′, sugli sviluppi di una punizione, Dossena schiaccia e manda troppo in alto sopra la traversa avversaria la palla. Perugia vicino al vantaggio anche al 38′. Al termine di una bella azione, Pajac cerca la via del gol. Adamonis è attento e salva in angolo. Rapuano assegna 4′ di extratime. Poco prima dell’intervallo tiro centralissimo di Buonaiuto che non impensierisce minimamente il portiere salernitano.

Secondo tempo Nessun cambio alla ripresa del gioco. Dopo 2′ tiro cross di Vitale che, aiutato dal vento, va fra i guantoni di Nocchi. Al 4′ traversone di Colombatto per Dossena, che intercetta di testa spedendo alto il pallone sopra Adamonis. Al 9′ a prendere l’iniziativa è Del Prete, che ci prova in modo scoordinato dalla distanza. Altro squillo per i grifoni all’11’, con il potente ma mal calibrato tiro da fuori di Buonaiuto. Pochi istanti più tardi Bollini attua il primo cambio, con Rossi al posto di Rodriguez. In pratica, nei minuti successivi si gioca solamente sulla metà del terreno di gioco in cui attaccano gli ospiti. Breda vuole a tutti i costi il trionfo e per questo, al 23′, fa andare in panchina Zanon per tentare la carta Falco. Al 26′ piccolo sussulto per la Salernitana. Un cross di Vitale attraversa tutta l’area perugina e Bocalon non riesce ad arpionarlo. Secondo cambio per i biancorossi al 29′, con Han al posto di Di Carmine. Al 30′ la frittata è servita: assist dell’ex Sprocati per l’attaccante veneziano dei granata, che si fa beffe della difesa umbra e al primo tiro in porta manda i suoi sull’1-0. Al 31′ altra tegola per il Perugia: Falco si fa male e viene sostituito da Mustacchio. Lieve reazione perugina al 40′, col sinistro di Colombatto che sfiora il palo. Al 42′ per la squadra di casa esce l’autore della rete del rete e fa il suo ingresso in campo Minala. Proprio quando si teme il peggio, al 47′ è nuovamente Cerri a compiere l’assist decisivo. L’attaccantone emiliano fa partite un traversone, che raggiunge Buonaiuto. Il trequartista dei grifoni incorna e firma la rete del pareggio.