CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, ai Giardini Carducci tornano i suggestivi ‘Concerti dell’Alba’

Eventi Perugia Cultura e Spettacolo Città

Perugia, ai Giardini Carducci tornano i suggestivi ‘Concerti dell’Alba’

Redazione cultura
Condividi

foto di Giancarlo Belfiore

PERUGIA – Presentata ieri (10 agosto), a palazzo della Penna di Perugia la terza edizione della rassegna I Concerti dell’Alba, ideata e realizzata da UmbriaEnsemble con il patrocinio del Comune di Perugia, Assessorato alla Cultura ed in collaborazione con Munus., alla presenza di Cecilia Berioli (Umbria Ensemble), l’assessore alla Cultura del Comune di Perugia Teresa Severini

Il concerto d’apertura prenderà il via domenica 12 agosto ai Giardini Carducci e, ha spiegato la Berioli, “sarà dedicato a Leonard Bernstein, genio assoluto del Novecento musicale americano nel centenario della nascita, per proseguire poi con un viaggio musicale intorno a Chitarra e Archi dal Barocco ai Beatles e dunque uno spettacolo, per il Concerto di chiusura, dedicato a Gioacchino Rossini nel 150esimo anniversario della scomparsa”. Ancora più rafforzata, in questo 2018, è l’ispirazione che ha caratterizzato la rassegna fin dal suo esordio: “portare la grande Musica d’Arte fuori dalle tradizionali sale da concerto senza limitarne il valore culturale ed artistico ma cercando, anzi, di potenziarlo grazie all’armonia sempre nuova che nasce in un contesto naturale e monumentale tanto privilegiato”. Repertori importanti, dunque, selezionati con sapienza per poter essere fruiti da tutti, per vivere e condividere un’esperienza unica ed indimenticabile.

L’assessore Severini ha sottolineato che “I concerti dell’alba” sono un’idea che il Comune di Perugia ha accolto con entusiasmo, non soltanto perché unisce la città intorno all’amore per la musica classica, ma anche perché la unisce in un momento particolare della giornata, appunto l’alba, ed in una cornice unica come i Giardini Carducci. “Ci aspettiamo, quindi, un’edizione di maggior successo ancora rispetto a quelle del passato: si tratta infatti di un’iniziativa in grado di donare emozioni molto forti, coniugando la musica con il sole che sorge: insomma una sorta di rinascita”. Nel ripercorrere il programma dei tre concerti, caratterizzati – ha detto da grande originalità – l’assessore ha sottolineato che si è deciso di dedicare il primo appuntamento a Bernstein in quanto ricorrono i 100 anni dalla nascita, mentre il terzo evento è dedicato a Rossini in occasione dei 150 anni dalla sua morte. La Severini ha infine ricordato che i concerti dell’alba rientrano nell’ambito del cartellone di eventi estivi, organizzati dal Comune di Perugia, “Destate la notte”, particolarmente apprezzati sia dai perugini che rimangono in città che dai tanti turisti.

Ai partecipati sarà offerto un omaggio a cura di Munus, gestione servizi museali, rappresentata in conferenza da Eva Morelli. È prevista la possibilità di ottenere il permesso di transito alla ztl previa specifica documentazione da inviare all’indirizzo: infositu@comune.perugia.it.

Il programma

  • Domenica 12 agosto ore 6:15 ai Giardini Carducci “Omaggio a Bernstein” (Musiche di S. Barber, O. Respighi e L. Bernstein). Claudio Mansutti – Clarinetto. Quartetto d’Archi di UmbriaEnsemble. All’alba del Novecento, il “secolo breve”, la Cultura e l’Arte si presentano come un Giano bifronte: avanguardia e tradizione; contaminazioni e purismo; “futurismo e passatismo” si fronteggiano apertamente come mai prima. Un momento estremamente fertile della Cultura mondiale che viene proposto in apertura dei Concerti dell’Alba da UmbriaEnsemble con l’occasione del centenario della nascita di Leonard Bernstein, l’amatissimo compositore di “West Side Story”. Con quest’opera, presentata da UmbriaEnsemble in una versione originale appositamente commissionata, Bernstein inaugura una nuova stagione che solo a breve distanza cronologica dal Respighi di “Antiche Danze ed Arie per Liuto” segna il confine irrevocabile tra epoche e gusti ormai svincolati da ogni riferimento cronologico. Un Novecento fertile di stimoli e piacevoli sorprese.
  • Domenica 26 agosto ore 6:30 ai Giardini Carducci “Da Vivaldi ai Beatles” (Musiche di A. Vivaldi, L. Boccherini, H. Villa-Lobos, Brouwer/Beatles), Claudio Piastra – Chitarra. Quartetto d’Archi di UmbriaEnsemble. La chitarra, strumento tra i più popolari ed amati della musica di ogni genere, è la protagonista del secondo appuntamento dei Concerti dell’Alba Perugia. Un viaggio, attraverso le corde pizzicate della Chitarra insieme con gli Archi di UmbriaEnsemble, che parte dal barocco di Vivaldi percorrendo le atmosfere esotiche del Fandango di Boccherini e delle contaminazioni di Villa-Lobos per arrivare fino ai più amati songs dei Beatles, che hanno segnato e fatto innamorare più di una generazione di appassionati di musica, oltre la definizione di “Classico” e di “Pop”.
  • Domenica 2 settembre ore 6:30 ai Giardini Carducci “C’era una volta Rossini. Anzi, due…” (Musiche di G. Rossini). Angelo Cicillini e Cecilia Rossi – violino, Luca Ranieri – viola M. Cecilia Berioli – violoncello, Nino Marziano – voce recitante. In occasione delle celebrazioni per “l’Anno rossiniano 2018”, 150esimo anniversario della morte del Cigno di Pesaro, UmbriaEnsemble presenta un progetto originale tra narrazioni e Musica a conclusione dell’edizione 2018 dei Concerti dell’Alba a Perugia. Le scintillanti ouverture d’opera si alternano alla musica da camera del genio pesarese ed alla narrazione delle vicende biografiche lontane dall’aneddotica più immediata che ha confinato Gioacchino Rossini in un cliché ridanciano piuttosto lontano dalla sua autentica persona. In una narrazione autobiografica a ritroso, ambientata nella campagna di Passy dove si spense, Rossini ricorda la sua vicenda personale ed artistica divisa profondamente in due metà, quella italiana e quella francese, tra pubblico e pivato, tra considerazioni attuali e – fecondamente – inattuali.

Umbria Ensemble – Solisti e cameristi che possono vantare esperienze e riconoscimenti considerevoli in ambiti linguistici sia classici che contemporanei. UmbriaEnsemble si presenta come un ensemble di alta qualità artistica e costante ricerca musicale, definito dalla critica come “punta di diamante” della attuale produzione cameristica italiana, modulare e agile nell’organico – dal Trio all’Ottetto, fino alla compagine orchestrale con l’Orchestra da Camera i “Solisti dell’Umbria” che rende l’Ensemble polifunzionale e sempre competitivo. L’approccio di repertorio di UmbriaEnsemble è caratterizzato da vitale dinamismo aperto al confronto ed alla sinergia anche con le altre Arti. Tra i prossimi impegni dell’Ensemble figurano ancora tournée in Oriente – HongKong e Thailandia -Sudamerica (Ecuador, Colombia, Perù) e in Europa (Spagna, Svizzera, Portogallo, Bulgaria, Germania) oltre a concerti in tutta Italia e diverse sessioni di registrazione.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere