CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, aggredite e rapinate dopo la conoscenza in chat: tre arresti

Perugia Cronaca e Attualità

Perugia, aggredite e rapinate dopo la conoscenza in chat: tre arresti

Redazione
Condividi
Un agente di Polizia
Un agente di Polizia

PERUGIA – Le abbordano via chat,fanno irruzione nel loro appartamento,le picchiano e le rapinano. La Polizia di Stato ha arrestato e condotto in carcere gli autori di una rapina avvenuta all’interno di un appartamento situato nella periferia della città di Perugia. Nella tarda serata era giunta alla sala operativa della Questura la richiesta di aiuto di una donna, la quale riferiva di essere stata rapinata da un gruppo di uomini mentre si trovava all’interno del proprio appartamento. I poliziotti delle volanti, giunti sul posto, hanno trovato due donne sconvolte e con evidenti ecchimosi su tutto il corpo. Ancora in preda al panico le vittime riferivano che, poco prima, alcuni soggetti da loro conosciuti on line, avevano bussato alla loro porta e, una volta vistisi aprire, erano entrati e le avevano aggredite.

Compiti Dividendosi i compiti tra chi faceva da palo e chi frugava per l’appartamento, tenendo sempre le due ragazze sotto minaccia, i rapinatori si appropriavano di poche centinaia di euro, dandosi poi alla fuga. L’immediata attività d’indagine condotta dai poliziotti delle volanti della Questura di Perugia, ha permesso di individuare i sospettati e ricostruirne il percorso di fuga, fino a che gli stessi sonostati rintracciati e fermati presso un esercizio commerciale in zona Madonna Alta. I sospettati, identificati per un cittadino di origini albanesi del 1995 e due minorenni, condotti presso la Questura per gli accertamenti di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati condotti, rispettivamente, al carcere di Capanne (il maggiorenne) e ad un Istituto per minorenni per gli altri due.