CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, agenti bloccano un furto a San Martino in Campo: ladro resta ferito all’addome

EVIDENZA Perugia

Perugia, agenti bloccano un furto a San Martino in Campo: ladro resta ferito all’addome

Redazione
Condividi
Un posto di blocco della Polizia
Un posto di blocco della Polizia

PERUGIA – Scoperto ed arrestato dalla polizia mentre stava compiendo un furto in un esercizio commerciale (un supermercato, secondo le prime informazioni) di San Martino in Campo, nei pressi di Perugia, un uomo – di cui non sono sate rese note le generalità – è rimasto ferito dopo essere stato raggiunto al torace da un colpo di pistola partito dall’arma di ordinanza di uno degli agenti. L’uomo è ricoverato con riserva di progni all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia e, secondo quanto si è appeso in questura, non sarebbe in pericolo di vita.

Sorpresi I ladri sorpresi a rubare all’interno dell’esercizio commerciale erano in due. Entrambi sono stati arrestati. Secondo qanto si è appreso erano arrivati sul posto a bordo di un’autovettura. Durante le fase dell’arresto è rimasto livemente ferito anche un poliziotto. Per lui i medici del pronto soccorso che lo hanno medicato hanno emesso una prognosi di guarigione di pochi giorni.
L’episodio è avvenuto la scorsa notte. Gli agenti della squadra volante erano giunti sul posto in seguito a una segnalazione al 113. Hanno trovato i due uomini intenti a impossessessarsi della merce. Sono in corso accertamenti, per ricostruire con esattezza quanto accaduto.

La Procura Ritiene che sia partito accidentalmente il colpo di pistola d’ordinanza dell’agente la procura di Perugia che coordina gli accertamenti sull’uomo colpito e rimasto ferito mentre stava compiendo un furto in un esercizio commerciale di San Martino in Campo, nei pressi di Perugia. E’ quanto apprende l’Ansa. Nessun tipo di reato è stato ipotizzato per il poliziotto. La Procura sta invece valutando se contestare l’accusa di rapina impropria a carico dei due arrestati. Le indagini sono coordinate dal procuratore della Repubblica aggiunto Giuseppe Petrazzini.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere