CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, a Ponte Pattoli una via in ricordo di Giovanni Proietti Bertolini

Perugia Cronaca e Attualità Extra Città

Perugia, a Ponte Pattoli una via in ricordo di Giovanni Proietti Bertolini

Redazione
Condividi

Un momento dell'inaugurazione

PERUGIA – Si è svolta questa mattina, nella zona di Ponte Pattoli la cerimonia di intitolazione di una strada a Giovanni Proietti Bertolini, deportato nei lager nazisti e decorato nel 1999 con la Medaglia d’onore dal presidente della Repubblica quale riconoscimento destinato ai cittadini deportati o internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia bellica, ai quali, se militari, è stato negato lo status di prigionieri di guerra.

Biografia Bartolini è stato giovane militare in Croazia con il 51° reggimento di fanteria quando, in data 8 settembre 1943, decise di non arrendersi ai fascisti. Venne catturato dai tedeschi, ma si rifiutò di aderire all’esercito della Repubblica Sociale Italiana. Per queste ragioni venne deportato in Polonia, presso il campo di lavoro forzato di Stangard per poi essere trasferito a Manheim in Germania, da dove venne liberato il 15 aprile del 1945. Giovanni Proietti Bartolini, contadino di umili origini, nacque a Villanova, nella zona di Marsciano, nel maggio del 1917 ed è morto il 31 gennaio del 1999 a Perugia ove ha vissuto nel quartiere di Case Nuove dal 1969 in poi.

Il ricordo del consigliere Camicia “Giovanni Proietti Bertolini – ha commentato Carmine Camicia – per tanti potrebbe essere uno sconosciuto; invece la sua storia e’ stata molta intensa, poiché il suo amore per la vita, per la libertà e per il prossimo fu ripagato con anni di carcere duro in lager in Germania, dove difficilmente si sopravviveva. Sì Giovanni era un contadino che amava la sua terra; la sua unica colpa fu quella di non volte imbracciare un fucile e sparare ai propri simili perché la sua vita l’avrebbe donata volentieri e mai tolta a nessuno. Di eroi come Giovanni Perugia e’ piena e la scelta della Commissione Toponomastica, su mia proposta, e’ stata quella di intitolare una strada a Giovanni Proietti Bertolini, il quale rappresenterà ed onorerà tutti i Perugini che sono stati deportati dei lager nazisti e che forse non hanno fatto più ritorno alle loro case”. All’inaugurazione, hanno partecipato, il presidente del Consiglio comunale, Leonardo Varasano, il consigliere Camicia e molti cittadini.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere