CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Perugia, a Cosenza è un incubo: altra sconfitta per il Grifo (2-1). Squadra in ritiro a Roccaporena

Calcio Perugia Sport Extra Città

Perugia, a Cosenza è un incubo: altra sconfitta per il Grifo (2-1). Squadra in ritiro a Roccaporena

Redazione sportiva
Condividi

COSENZA-PERUGIA 2-1 (1-0)

COSENZA (3-4-3): Saracco, Corsi (83′ Casasola), Capela, Idda, Asencio, Sciaudone, Legittimo, Bruccini, Bittante, Riviere (65′ Kone), Baez (87 Carretta). A disp.: Quintiero, Lazaar, Broh, D’Orazio, Bahlouli, Schiavi, Machach, Monaco, Prezioso. All. Occhiuzzi

PERUGIA (3-5-2): Vicario, Rosi, Carraro, Mazzocchi, Iemmello (81′ Capone), Nicolussi Caviglia, Di Chiara, Kouan (67′ Falcinelli), Gyomber (77′ Angella), Rajkovic (45′ Falasco), Melchiorri (45′ Buonaiuto). A disp.: Fulignati, Albertoni, Nzita, Dragomir, Konate, Benzar, Righetti. All. Cosmi

ARBITRO: Davide Ghersini di Genova (Lanotte – Cipressa)

RETI: 12′ Bruccini, 75′ Baez, 78′ Falcinelli

NOTE: Ammonito Sciaudone

COSENZA – Perugia brutto e inconsistente lunedì pomeriggio sul campo del Cosenza. La crisi continua e ancora una volta i biancorossi non riescono a imporsi. Dominano i lupi della Sila, che vincono tra le mura casalinghe con merito. A nulla vale la rete del 2-1 firmata Falcinelli. Era il momento giusto per una scossa, almeno per salvare il salvabile e portare a casa un punto. Così non è stato e le sirene iniziano a suonare troppo forte.

Primo tempo Dominio dei padroni di casa in avvio di gara, con il Perugia che stenta a entrare in partita. A sbloccare il risultato in favore della formazione calabrese al 12′ è Bruccini. Su calcio d’angolo la difesa biancorossa è non pervenuta e il giocatore rossoblù non ha alcun problema a battere Vicario. Al 21′ chance per Iemmello da fuori area: la palla viene deviata in corner. Successivamente parte un contropiede per il Cosenza che sfuma dopo una serie di cross. Al 33′ ci prova Nicolussi-Caviglia e di rimando Iemmello, ma Saracco non viene colto impreparato. Al 37′ altra occasione per Re Pietro che anche stavolta trova l’opposizione dell’estremo cosentino. Al 43′ un pallonetto velenoso di Asencio mette in crisi il reparto arretrato degli umbri: fortunatamente il pallone non entra in rete. Al 49′ si va all’intervallo sul punteggio di 1-0.

Secondo tempo All’inizio della ripresa il Grifo si presenta con due rimaneggiamenti: Buonaiuto per Melchiorri e Falasco al posto di Rajkovic. Al 6′ Iemmello viene messo a terra in area ma il direttore di gara non concede il rigore per il Perugia. Al 12′ è Kouan a far partire un fendente che finisce contro il palo. Al 30′ il Cosenza concede il bis. I padroni di casa compiono un contropiede indisturbati da una parte all’altra del campo. Baez è un cecchino e Vicario può solo guardare. Le speranze dei grifoni si riaccendono al 33′. Sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina Falcinelli incorna e mette la palla alle spalle di Saracco. Al 36′ Di Chiara fa partire un traversone, Falcinelli va ancora di testa ma questa volta non si ripete l’azione fortunata di prima. Dopo 6′ di recupero arriva il fischio finale. Nelle ultime quattro partire bilancio è di tre scontitte e un pareggio.

Il Perugia ha annunciato che la squadra sarà da martedì in ritiro a Roccaporena.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere