CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Perugia 1416, presentazione degli atleti e nuova sede per Porta Eburnea

Eventi Perugia Cultura e Spettacolo Extra Città

Perugia 1416, presentazione degli atleti e nuova sede per Porta Eburnea

Redazione cultura
Condividi

PERUGIA – In attesa della tre giorni di rievocazione storica di Perugia 1416 (1-16 giugno) il Magnifico Rione di Porta Eburnea presenta la squadra degli atleti che scenderanno in campo nelle sfide sportive. A misurarsi con quelli degli altri rioni, quindi Porta Sant’Angelo, Porta Sole e Porta San Pietro, saranno: per il Tiro del giavellotto Diego Bonomi e Giovanni Ferretti, per la Mossa alla Torre Giampaolo Sauchella (Maresciallo), Luigi Gagliardoni, Paolo Macchioni, Giovanni Ferretti, Umberto Pelliccia, Fabio Beccari, Alessio Steri e Stefano Nicolini e, infine, per la Corsa del Drappo Francesco Pieri, Lorenzo Sportolari, Davide Marcelloni, Carlo Possati, Andrea Cascianelli e Stive Ogounde.

In occasione della presentazione degli atleti è stata inaugurata la nuova sede operativa del Magnifico Rione con l’Elefante in via Bruschi, un luogo che si aggiunge quindi a quella originaria di piazza San Giovanni di Dio, che continuerà ad essere utilizzata per le assemblee e le riunioni più istituzionali. Il nuovo locale, all’ombra dell’Arco della Mandorla, è già diventato un punto di riferimento per tutti rionali, entusiasti di essere riusciti a trovare uno spazio utile per ritrovarsi, un punto ricreativo dove potersi incontrare e svolgere attività e laboratori. All’inaugurazione, allietata dal sottofondo dei giovanissimi tamburini del Rione, sono intervenuti l’assessore alla Cultura, Turismo e Università, nonché presidente dell’associazione Perugia 1416, Teresa Severini, Don Saulo Scarabattoli, parroco della chiesa di Santo spirito, i Savi e tanti rionali. Il Console Stefano Cascianelli ha espresso grande soddisfazione “sia per il coinvolgimento e il senso di appartenenza dimostrato dagli atleti, sia per la realizzazione della nuova sede, che il Consiglio dei Savi aveva già programmato dal 2017. Questo ulteriore spazio – ha concluso – è per tutti noi un traguardo importante, frutto del lavoro e dell’impegno dei rionali, ma anche un volano per rivitalizzare il Rione e coinvolgere più persone possibili”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere