CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Per tre weekend torna Nero Norcia: presenti cento espositori e location d’eccezione

Cultura e Spettacolo Foligno Spoleto

Per tre weekend torna Nero Norcia: presenti cento espositori e location d’eccezione

Redazione cultura
Condividi
Uno stand a Nero Norcia
Uno stand a Nero Norcia
NORCIA – Torna Nero a Norcia per tre weekend. Prenderà il via venerdì 21 febbraio la 57/a edizione della mostra mercato del tartufo e dei prodotti tipici della Valnerina, di scena nel cuore del cratere del sisma anche dal 29 febbraio al primo marzo e, weekend finale, dal 7 all’8 marzo. Tema della manifestazione saranno “etica, gusto e innovazione”, come emerso lunedì mattina durante la conferenza stampa di presentazione di Nero Norcia 2020 a cui ha partecipato anche la presidente Donatella Tesei, oltre al sindaco Nicola Alemanno e al capo dell’associazione nazionale Città del tartufo, Antonella Brancadoro.

Tre weekend  Durante la 57/a edizione sarà anche presentato il nuovo Consorzio della norcineria, considerato dall’assessore regionale all’agricoltura, Roberto Morroni, anche lui presente a Palazzo Donini “fondamentale per essere competitivi sui mercati globali, perché essere piccoli non è più bello e non permette di conquistare nuove fette di mercato”. Un “centinaio, invece, gli espositori presenti a questa edizione di Nero Norcia che si svolgerà anche quest’anno tra le vie e le piazze del centro storico”, come ha evidenziato il vicesindaco Giuliano Boccanera. A parlare di terremoto è stato, invece, il “sindaco secondo cui non più rinviabile di creare per il cratere sismico una Zona economica speciale che dia agli imprenditori di queste aree qualche certezza in più e la possibilità di tornare ad essere competitivi sui mercati”. E poi: “Chi arriva oggi a Norcia – ha aggiunto Alemanno – trova una città aperta e alle prese con una ricostruzione che, soprattutto per la parte pubblica, fa ancora fatica a decollare, ma questo non ci impedisce di continuare a lottare per riappropriarci del nostro futuro che passa anche e soprattutto da queste manifestazioni”. Dal canto suo la presidente ha invece evidenziato la necessità di attuare una “promozione integrata delle varie eccellenze dell’agroalimentare umbro: accanto al tartufo – ha detto – è fondamentale promuovere anche gli altri prodotti della nostra tavola così da promuovere l’Umbria nella sua totalità”.

Programma Dopo il taglio del nastro previsto per venerdì 21 febbraio alle 16 a Porta Romana, al ristorante Grotta azzurra si terrà la cena di gala con asta benefica di tartufo. Sabato 22 febbraio si entra nel vivo con due incontri mattutini dal titolo ‘I valori delle Forze armate e la disabilità come risorsa’ a cura della Medaglia d’oro al valor militare Gianfranco Paglia, e ‘La risorsa tartufigena del territorio: potenzialità, problematiche e prospettive future’. Nel pomeriggio, invece, verrà accesa la fiaccola Pro Pace et Europa Una che darà il via al Marzo benedettino. Il secondo fine settimana sarà dedicato, soprattutto, a musica e spettacoli con tanti appuntamenti. Il primo marzo si terrà pure un incontro sull’‘Internazionalizzazione dei prodotti’ e uno show cooking con lo chef Fabrizio Catana. Nell’ultimo weekend ancora musica e spettacoli, mentre per gli operatori economici, domenica 8 marzo, il Gal Valle umbra e Sibillini illustrerà i bandi rivolti alla Valnerina. A chiudere questa 57esima edizione di Nero Norcia sarà, infine, Edoardo Vianello con un suo concerto in piazza alle 15. Durante tutto l’evento, oltre alla Mostra mercato, ci saranno falconieri, sputafuoco, giocolieri, trampolieri, maghi e sbandieratori. Il programma completo è reperibile sul sito www.nero-norcia.it. “Norcia – ha ricordato Brancadoro – ha stupito tutti per la sua capacità di resilienza e noi siamo orgogliosi di averla tra le Città del tartufo. In questi ultimi anni, nonostante la ferita dal terremoto, Nero Norcia è cresciuta, ha migliorato moltissimo la sua immagine e la sua specificità”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere