CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Pedopornografia e pedofilia online in Umbria: due arresti e 177 siti in black list

EVIDENZA Cronaca e Attualità Extra

Pedopornografia e pedofilia online in Umbria: due arresti e 177 siti in black list

Redazione
Condividi

Controlli da parte della Polizia postale
PERUGIA – Il 6 febbraio il Safer internet day 2018 si svolgerà. La polizia postale e delle comunicazioni in collaborazione con il ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca, ha organizzato un workshop sul tema del cyberbullismo negli istituti scolastici delle province di Perugia e Terni.

 

Reati L’iniziativa è ovviamente finalizzata a portare la sicurezza della rete all’attenzione di un grande numero di utenti, “soprattutto adulti – sottolinea la polizia postale – che sono oggi nel nostro paese quelli meno consapevoli dell’importanza di educare i minori ad un uso sicuro e responsabile della rete”. Tanto per avere un’idea dei rischi che si nascondo dietro schermo e tastiera è bene saper che l’Umbria nel corso del 2017 ha fatto registrare due arresti per pedofilia online e 11 denunce, più 25 quelle sporte da vittime di adescamento online. Sedici le perquisizioni effettuate dalla polizia postale che ha monitorato ben 288 i siti monitorati mentre 177 nuovi siti web pedopornografici sono stati inseriti in black list.

Prevenzione Quella di martedì nelle scuole non è altro che un’edizione speciale del progetto ‘Una vita da social’ con lo svolgimento, in contemporanea, di incontri presso le scuole di 100 capoluoghi di provincia italiani. La polizia postale e delle comunicazioni incontrerà oltre 60.000 ragazzi in occasione del Safer Internet Day, sul tema ‘Creare, connettere e condividere il rispetto: una migliore connessione internet inizia con te’. «L’obiettivo delle attività di prevenzione/informazione – spiegano gli agenti -è insegnare ai ragazzi a sfruttare le potenzialità comunicative del web e delle community online senza correre rischi connessi al cyberbullismo, alla violazione della privacy altrui e propria, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright e all’adozione di comportamenti scorretti o pericolosi per sé o per gli altri.

Incontri Per quanto riguarda le scuole, nel 2017 sono stati organizzati incontri in 37 istituti scolastici in tutta la regione, per un totale di circa 7.500 studenti e oltre 500 insegnati coinvolti. “Prevenzione e formazione – dichiara Anna Lisa Lillini dirigente del compartimento della polizia postale e delle comunicazioni per l’Umbria – sono gli strumenti più efficaci per far sì che i giovani imparino a navigare con prudenza in internet e per aiutare, allo stesso tempo, i genitori a conoscere i mezzi a loro disposizione per proteggere i figli dai pericoli del web”. Gli Istituti scolastici coinvolti nell’incontro del 6 febbraio sono per la provincia di Perugia la scuola secondaria di primo grado ‘San Paolo’ e per la provincia di Terni l’Istituto tecnico tecnologico ‘Allievi-Sangallo’.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere