CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Pd verso il congresso, Boccali rientra in gioco con Orlando: soprese e fughe

Politica Extra EVIDENZA2

Pd verso il congresso, Boccali rientra in gioco con Orlando: soprese e fughe

Redazione politica
Condividi

L'ex sindaco di Perugia, Wladimiro Boccali

PERUGIA – Tempo al tempo, dice l’adagio. Se sarà il solito rischio calcolato all’insegna del riposizionamento interno e della voglia di mettersi in proprio o invece l’ennesimo esperimento identitario giocando con la parola ‘sinistra’, lo vedremo. Una cosa è certa, l’uscita dal gruppo del ceruleo e compassato Andrea Orlando da La Spezia, una primo effetto lo ha già prodotto nell’area dei cosiddetti ‘Giovani Turchi’: si è aperta una falla e così da Milano a Palermo c’è stato il divorzio in casa di coloro che, una volta, erano considerati i quarantenni ex Ds di belle speranze e che oggi invece a vario titolo hanno posizioni di comando nel partito, nel Governo o nelle amministrazioni regionali. L’Umbria non esce da questo schema e se la presidente Marini con il grosso degli amministratori e dei dirigenti ha deciso di schierarsi con Renzi e l’ex presidente nazionale del partito Orfini, c’è chi come i senatori Rossi e Cardinali ha deciso non poco a sorpresa di andare in soccorso al Guardasigilli.

Presenze Ma a vedere bene le sorprese non sono finite qui, perché agli attenti osservatori non è sfuggito come ieri al circolo Marconi di Roma, mentre Orlando annunciava la sua candidatura, tra le prime file faceva capolino l’ex sindaco di Perugia Wladimiro Boccali. E subito sono partite le girandole interpretative: una semplice presenza da militante o il primo passo per tornare in qualche modo in pista dopo la pausa forzata seguita alla sconfitta rimediata con l’attuale sindaco del capoluogo umbro Romizi? Si vedrà, ma la sorpresa c’è. Ma, a detta, di alcuni le sorprese non sarebbero finite qui e sul treno del Guardasigilli altri sarebbero pronti a salire e, guarda caso, i nomi che si fanno sono di alcuni ex assessori legati della Giunta Boccali e di quella guidata da Renato Locchi. Come dicono gli anglofili? Stay tuned.