CARICAMENTO

Scrivi per cercare

‘Patto per Perugia sicura’, rinnovato l’accordo interistituzionale in Prefettura

Perugia Cronaca e Attualità Città

‘Patto per Perugia sicura’, rinnovato l’accordo interistituzionale in Prefettura

Redazione
Condividi

PERUGIA – Rinnovato per altri due anni il Patto per Perugia Sicura tra Prefettura, Regione dell’Umbria, Provincia e Comune. Presenti il prefetto Raffaele Cannizzaro, il sottosegretario all’Interno, Gianpiero Bocci, il sindaco perugino, Andrea Romizi, la presidente della Regione, Catiuscia Marini, e il presidente della Provincia, Nando Mismetti. Alla sottoscrizione hanno preso parte anche i vertici territoriali delle Forze di Polizia e delle Polizie locali.

L’accordo Il Patto, firmato per la prima volta nel 2008 e rinnovato già nel 2011, nel 2013 e, l’ultima volta, nel luglio 2015, è stato sottoscritto questo pomeriggio in Prefettura, riconoscendo come lo stesso, nel corso del tempo, si sia rivelato strumento idoneo a consentire l’attuazione di una strategia condivisa ed integrata di azioni sul territorio, capaci di innalzare i livelli di sicurezza urbana.

Interventi Tra le aree di intervento prioritario sono individuate, nel campo della sicurezza, il contrasto delle attività illecite connesse allo spaccio ed al traffico di sostanze stupefacenti, il contrasto del fenomeno dell’immigrazione clandestina, la tutela della legalità e della sicurezza urbana nel centro storico, nelle periferie e nei quartieri e nelle frazioni a rischio, mentre nel campo del sociale, le iniziative che concorrano alla prevenzione ed al recupero delle situazioni di disagio, con particolare riguardo ai giovani e alle fasce deboli.

Cannizzaro Il prefetto Cannizzaro ha illustrato i punti salienti dell’accordo ed ha ribadito “che l’efficace sinergia interistituzionale instauratasi ha contribuito in maniera positiva ad elevare la soglia della sicurezza, riducendo le aggressioni al territorio, non solo con atti di inciviltà, ma anche attraverso reati di microcriminalità ed ogni forma di illegalità”.

Romizi Il sindaco Romizi ha precisato che “obiettivo prioritario del documento è garantire la sicurezza e la vivibilità del territorio ed ha sottolineato l’importanza di alcuni progetti avviati dal Comune soprattutto per il recupero di talune aree degradate, nonché per la valorizzazione delle aree verdi attraverso l’implementazione del sistema di illuminazione che è in corso di sostituzione nell’intera città”.

Marini La presidente Marini ha ricordato l’impegno della Regione profuso nei Patti per la Sicurezza con i comuni di Perugia e Terni fin dal 2008, anche mettendo a disposizione di detti enti “specifiche risorse finanziarie che, nel caso del capoluogo, concorrono a mantenere il posto fisso di polizia nel centro storico”. Marini ha inoltre evidenziato il ruolo della Regione quale “soggetto che opera a sostegno degli enti locali firmatari favorendo lo sviluppo di una efficace rete di sicurezza integrata, nel campo sociale a supporto dell’attività di contrasto e prevenzione svolta dalle Forze di Polizia”.

Forze dell’ordine I vertici delle forze di Polizia hanno sottolineato la “validità del modello di sicurezza integrata presente in questa provincia, di cui un tassello essenziale è rappresentato dai Patti per la Sicurezza”.

Bocci Nel tirare le fila dei lavori, il sottosegretario Bocci, ha pubblicamente ringraziato le Forze dell’Ordine “per il quotidiano lavoro, rammentando che positivi risultati possono raggiungersi con l’apporto delle altre Istituzioni (in particolare il comune) per azioni integrate in materia di sicurezza urbana”.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere