CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Partita truccata: retrocesso in D il Picerno, niente C per il Bitonto. Ripescaggi ok per Giana, Legnago e Ravenna

Calcio Sport

Partita truccata: retrocesso in D il Picerno, niente C per il Bitonto. Ripescaggi ok per Giana, Legnago e Ravenna

Redazione sportiva
Condividi

La sede della Federcalcio

Clamoroso esito dal Tribunale Federale Nazionale sezione Disciplinare relativamente alla combine, ormai accertata relativa alla gara Picerno-Bitonto del maggio 2019, con le due squadre che cercarono, riuscendoci, di alterare il risultato della sfida, che valeva per il girone H di serie D. Prosciolto il Potenza.

Il Bitonto, che in questa stagione è salito in C sul campo, si vede privare della vittoria, con una penalizzazione di 5 punti che quindi riporta nei professionisti il Foggia. Ma la decisione clamorosa ed inattesa è la retrocessione in serie D del Picerno, che quest’anno si era salvato ai playout dopo aver chiuso al quintultimo posto il girone della Ternana. Al posto dei lucani sale risale in serie C il Rende, sconfitto ai playout proprio dai rossoblù, che precede nella graduatoria di ripescaggio il Bisceglie, che peraltro ha rinunciato a presentare la domanda vista la difficile situazione economica del club, appena ceduto.

La vicenda Lunghe squalifiche per calciatori e dirigenti: ai pugliesi fu offerta una cifra di 25.000 euro complessivi 25000 euro per perdere di proposito il match contro i lucani. Picerno e Bitonto hanno tempo per presentare ricorso, la discussione avverrà il 7 settembre.

Reintegri e ripescaggio. Intanto, a completamento degli organici, la Lega Pro ha ripescato in serie C Giana Erminio e Ravenna, retrocesse e il Legnago, seconda in serie D dietro al Campodarsego che però aveva rinunciato.