CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Pareggio amaro per il Grifo: il Brescia trova l’1-1 all’ultimo secondo

Calcio Sport

Pareggio amaro per il Grifo: il Brescia trova l’1-1 all’ultimo secondo

Alessandro Minestrini
Condividi

Un momento del match

Brescia-Perugia 1-1

BRESCIA (4-3-1-2): Minelli; Unteresee, Somma, Lancini E., Coly (1’s.t. Rossi); Bisoli, Pinzi (26’s.t. Crociata), Martinelli; Rosso (32’s.t. Torregrossa), Caracciolo (Cap.), Bonazzoli. A disposizione: Arcari, Calabresi, Morosini, Camara, Morosini, Fontanesi. Allenatore: Brocchi.

PERUGIA (4-3-3): Rosati (Cap.), Chiosa, Monaco, Mancini (39’s.t. Belmonte), Imparato, Zeblie, Dezi, Brighi, Bonaiuto, Zapata (17’s.t. Di Nolfo), Bianchi (26’s.t. Di Carmine) A disposzione: Elezaj, Acampora, Ricci, Volta, Da Silva, Di Chiara. Allenatore: Bucchi

Arbitro Daniele Martinelli di Roma 2

Assistenti Vincenzo Soricaro di Barletta e Pietro Dei Giudici di Latina

IV ufficiale Simone Sozza di Seregno

Ammoniti: Pinzi (B), Bisoli (B), Monaco (P), Caracciolo (B)

Espulsi: 50’st Caracciolo

Angoli: 8-7

Recupero: 4’p.t.- 4’s.t.

BRESCIA – Perugia sciupone, beffato per la terza volta in altrettante partite di campionato. Quando tutto sembra andare alla perfezione, quando i tre punti sembrano finalmente essere messi al sicuro, ecco che giunge la beffa. Dopo quelle andate in scena a Cesena e al ‘Curi’, ecco arrivare quella del ‘Rigamonti’. Non basta il gol di Brighi agli umbri, raggiunti dai bresciani in zona Cesarini grazie a Torregrossa.

La cronaca Pronti, via. Perugia subito in avanti dopo pochissimi secondi. Buonaiuto crossa dalla sinistra, Bianchi si tuffa, incorna male e la sfera è facile preda per Minelli. Al 4’ Brighi prova a beffare l’estremo difensore lombardo dalla distanza ma il risultato non è per nulla quello desiderato. Doppia occasione dalla bandierina per Brescia un minuto dopo. Entrambe le opportunità. Dopo un  quarto d’ora di gioco bel destro dal Coly dal limite. Rosati devia in corner, sugli sviluppi del quale Caracciolo colpisce di testa e la palla termina fuori. Al 23’ il signor Martinelli estrae il primo giallo della partita. Pinzi viene punito per un fallo da dietro su Zebli. Al 29′, visto il caldo afoso, il direttore di gara decide di applicare un ‘time out’ per consentire ai 22 in campo di refrigerarsi. Si torna a giocare e al 33′ un bravissimo Mancini (in campo dal 1′ al posto di Volta, fuori per uno strappo muscolare) sventa un tentativo dell’Airone. Al 36′ giallo per Bisoli per fallo su Brighi. Quando il cronomentro segna il 39′ bella acrobazia di Bianchi  che però finisce tra le grinfie di Minelli. A una manciata di secondi dalla fine della prima frazione di gioco, Perugia ancora vicinissimo al gol. Su calcio d’angolo la palla viene intercettata di testa da Bianchi, respinta cortissima di Minelli. Monaco calcia da pochissimi passi dalla porta tira ma il pallone viene rigettato dalla difesa bresciana.

Al ritorno dagli spogliatoi, per il Brescia al posto dell’infortunato Coly entra Rossi. Dopo 3′ dall’inizio della ripresa tentativo di sinistro di Dezi che viene deviato in angolo. Al 54′ serie di ribattute all’interno dell’area della squadra di casa. La palla finisce sui piedi di Zapata che la manda altissima sopra la porta di Minelli. Passano 120″, palla d’oro servita a Buonaiuto. L’ex Maceratese pecca troppo di egoismo e al posto di passarla a un altro grifone prova la finalizzazione che anche in questo caso finisce alle stelle. Al 63′ per il Grifo fuori uno stanchissimo Zapata e dentro un fresco Di Nolfo. Dopo una serie di conclusioni mancate, al 74′ arriva la svolta del match. Brighi calcia dal limite dell’area, nulla da fare questa volta per l’estremo difensore di casa e la palla finisce senza problemi all’incrocio del pali. Al 75′ Brocchi effettua il terzo e ultimo cambio, con Torregrossa al posto di Rosso. Fallo di Monaco su Caracciolo, il grifone viene sanzionato col giallo (78′). Al 83′ crampi per l’ottimo Mancini e Bucchi mette dentro Belmonte. Al minuto 87 punizione per i padroni di casa battuta da Crociata. Lancini è solissimo in area, ma il suo colpo di testa finisce sul fondo. La beffa giunge al termine del 4′ minuti di recupero. Torregrossa, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, trova la rete del pareggio.

Lasciata alle spalle la prestazione contro le ‘rondinelle’, per il Perugia inizia una lunga settimana di lavoro per la partita delle partite. Sabato prossimo, al ‘Curi’, andrà in scena il derby contro le Fere. E spettacolo sarà.

Primavera ko a Roma, ma che brava. Rocambolesca sconfitta 5-4 per il Perugia contro la Lazio nella prima giornata del campionato Primavera, girone A.

PERUGIA: Santopadre; Patrignani, Garofalo (1’st Achy), Polidori, Gualtieri; De Iulis (7′st Amadio), Ceccuzzi, Rondoni (15’st Traore); Mirval, Vicaroni, Buzzi. A disp.: Sorci, Viola, D’Agostino, Panaioli, Salvucci. All.:Davide Ciampelli.

LAZIO: Borrelli; Spizzichino, Ceka, Dovidio, Petro; Bari, Rezzi (24’st Javorcic), Folorunsho; Bezziccheri, Rossi (10’st Muzzi), Ennali (30’st Miceli). A disp.: Alia, Spiezio, Spurio, Beqiri, Djassi. All.: Andera Bonatti.

ARBITRO: Cudini di Fermo (assistenti De Palma-Pizzi)

MARCATORI: 4′pt, 14′pt, 44′pt, 9’st Rossi (L), 13′pt Mirval (P), 30′pt Rezzi (L), 13′ st Buzzi (P), 21’st Ceccuzzi (P), 28’st Traore (P)

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere