CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Papa Francesco ad Assisi, la prima tappa dalle suore a Spello

Perugia Cronaca e Attualità Terni Alta Umbria

Papa Francesco ad Assisi, la prima tappa dalle suore a Spello

Redazione
Condividi

Papa Francesco a Spello

ASSISI – Sabato mattina, intorno alle undici, Papa Francesco è arrivato in Umbria facendo visita alle suore Clarisse del monastero Vallegloria di Spello. Papa Francesco è arrivato in auto ed è stato salutato da un gruppo di fedeli e dopo pranzo si recherà ad Assisi dove farà visita alla tomba di San Francesco e firmerà nuova Enciclica Fratelli Tutti. Per bocca del Custode del Sacro Convento, padre Mauro Gambetti, i frati francescani sono pronti ad accogliere il Pontefice: “Aspettiamo Papa Francesco con tanta gioia e gratitudine. Lo aspettiamo innanzitutto come un fratello che ci consegna questa Enciclica Fratelli Tutti, che parla di fraternità. E parla del suo modo di essere nei nostri confronti. E lo aspettiamo come successore di pietro, colui che continua ad additarci la via della felicità piena, perché è la strada di Gesù, dove tutto l’uomo, tutta l’umanità, tutta la bellezza dell’umanità si compie”. Lo ha detto il Custode del Sacro Convento, padre Mauro Gambetti, nel giorno della storica firma dell’Enciclica Fratelli Tutti”.

Tesei A salutare l’arrivo del Papa in Umbria è anche la presidente della Regione, Tesei: “E’ con grande piacere, e profonda gratitudine per la sua visita, che accogliamo in Umbria il Santo Padre. Papa Bergoglio torna ad Assisi e lo fa alla vigilia della ricorrenza di San Francesco, lanciando così, ancora una volta, un messaggio di grande attenzione allo spirito francescano, nella direzione di umiltà e rispetto del ‘creato’. In questo luogo riconosciuto ovunque come luogo di Pace – ha proseguito Tesei, il Santo Padre firma la sua terza Enciclica, ‘Fratelli tutti’, riprendendo gli insegnamenti che Francesco ha donato al mondo. Una Enciclica di grande importanza che viene considerata la summa di sette anni di papato. Già nelle sue udienze Papa Bergoglio ha più volte sottolineato la necessità di perseguire il bene comune attraverso la sussidiarietà e la partecipazione di tutti, il bisogno di mettere in campo un forte spirito di servizio per uscire dalla crisi attuale e per guarire della malattie interpersonali e sociali. Nella nostra regione – ha concluso Tesei – viene dunque rinnovato e sigillato un invito universale alla fratellanza, che va oltre i singoli credo religiosi, e che vuole indicare la strada da percorrere verso un mondo post-pandemia”.

(Servizio in aggiornamento)

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere