CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Panicale, annunciate le date di “Fili in Trama” 2020

Eventi Cultura e Spettacolo Trasimeno Extra Città

Panicale, annunciate le date di “Fili in Trama” 2020

Redazione cultura
Condividi

PANICALE – Si terrà dal 18 al 20 settembre a Panicale l’ottava edizione di Fili in Trama, tradizionale mostra internazionale del merletto e del ricamo. La manifestazione, che dal 2013 rapresenta uno dei vanti del territorio lacustre coinvolgerà l’intero paese, con vicoli, piazze e locali caratteristici vestiti a festa, sia pure con una formula modificata in rispetto delle norme governative vigenti.

“Dovendo contenere le presenze e rispettare le normative vigenti, abbiamo preso la decisione, seppur molto sofferta, di riservare la partecipazione solo alle scuole del territorio Trasimeno-Orvietano e a pochissime realtà che coniugano il tema del merletto con altre produzioni artigianali applicate, centrando il focus in quello che sarà un vero e proprio festival dell’Ars Panicalensis”, fanno sapere dal Gal Trasimeno-Orvietano che organizza da sempre l’evento con il supporto non solo delle istituzioni ma anche di una fittissima rete di associazioni del comprensorio. “Ma questo – si sottolinea – ha stimolato anche soluzioni alternative che renderanno i tre giorni altrettanto attraenti e non meno interessanti, tra cui l’adozione di un sistema informatico attraverso il quale le scuole nazionali ed internazionali e i tanti espositori di tutta Italia che quest’anno non potranno essere presenti avranno la possibilità di promuoversi nei giorni della fiera. Dirette e differite on line verranno diffuse sia grazie a un maxi schermo installato nel cuore del centro storico sia sui canali social della manifestazione, con l’obiettivo di esaltare le tante e preziose produzioni del ricamo su tulle e del settore del merletto in generale. L’internazionalità (già certi i collegamenti con Portogallo, Russia e Polonia) sarà garantita dalla poliedricità del web, per consolidare la “Via europea del merletto e del ricamo” che coinvolge da alcuni anni numerosi Paesi dell’Unione Europea e non, con l’obiettivo di presentare e proporre le rispettive esperienze. Così, se da una parte il pubblico potrà comunque visitare il borgo e ammirare le tante produzioni locali, dall’altra l’organizzazione ha inteso cogliere in positivo il momento che, seppur critico per molti aspetti, ha permesso comunque di sviluppare nuove opportunità. Come al solito, comunque, l’evento principale della mostra mercato sarà accompagnato da numerose altre iniziative culturali tra concerti, esposizioni, convegni, proiezioni cinematografiche e concorsi. Confermata anche la collaborazione con il Pan Opera Festival per un magico incontro di alto spessore”.

Nei prossimi giorni verranno illustrati i dettagli con l’annuncio del programma definitivo.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere