CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ospedale di Orvieto, primo intervento in Umbria attraverso la telemedicina

Foligno Spoleto Narni Orvieto Amelia Extra EVIDENZA2

Ospedale di Orvieto, primo intervento in Umbria attraverso la telemedicina

Redazione
Condividi

ORVIETO – Eseguito ad Orvieto il primo intervento in Umbria di telemedicina. E’ accaduto all’ospedale Santa Maria della Stella ed ha visto protagonista una paziente orvietana il cuidi ictus ischemico con trattamento trombo-litico endovenoso è stato trattato con assistenza remota in telemedicina dal presidio ospedaliero di Foligno. La paziente, con emiparesi e difficoltà di parola, è stata soccorsa a domicilio dal 118 che, grazie ad una pronta diagnosi, ha avviato la catena diagnostico-terapeutica per garantire l’accesso alla cura tempo-dipendente così importante per questa patologia. Presso il nosocomio di Orvieto la paziente è stata sottoposta ad esami di laboratorio e di diagnostica per immagini. L’equipe del pronto soccorso, diretta dal dottor Alessio Gamboni, ha attivato il consulto neurologico.

I tempi L’intervento si è reso necessario in questa forma in quanto ad Orvieto non è sempre presente un neurologo. La telemedicina consente di abbreviare tempi e costi aumentando la possibilità di somministrare tempestivamente cure per questa malattia, poiché prevedono accesso ad altri ospedali spesso anche congestionati. Tra gli ospedali di Orvieto e Foligno è in sperimentazione un sistema di teleconsulto neurologico che consente di coadiuvare il personale del pronto soccorso nella diagnosi e nelle scelta terapeutiche. Proprio grazie a questo è stato possibile garantire assistenza in remoto da parte dei neurologi  dell’ospedale di Foligno. In particolare il dottor Francesco Corea, medico di turno presso il reparto di neurologia di Foligno, diretto dal dottor Mauro Zampolini, ha potuto eseguire la procedura infusionale con farmaco trombolitico della durata di un’ora. Al termine del trattamento, la paziente è stata trattenuta per controllare eventuali complicanze tardive.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere