CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Oscar Romero domenica Santo: ne fu postulatore l’ex vescovo di Terni Paglia

Cronaca e Attualità Terni Extra EVIDENZA2

Oscar Romero domenica Santo: ne fu postulatore l’ex vescovo di Terni Paglia

Redazione
Condividi

TERNI – Monsignor Oscar Arnulfo Romero, vescovo di San Salvador dagli squadroni della morte nel 1980 mentre celebrava la Santa Messa, sarà proclamato Santo domenica in Vaticano da Papa Francesco. Si conclude un percorso che era cominciato con la causa dei Beatificazione, della quale fu postulatore l’allora vescovo di Terni-Narni-Amelia monsignor Vincenzo Paglia.

Romero, così come papa Montini, Paolo VI, che anche lui sarà proclamato Santo domenica, è stato in vita fedele e autentico interprete del Concilio Vaticano II e per questo subì critiche e calunnie. Il 23 maggio del 2015, in occasione di un pellegrinaggio di alcuni fedeli da El Salvador a Roma in segno di ringraziamento per la beatificazione dello stesso Romero, Francesco raccontò del martirio dell’arcivescovo salvadoregno, spiegando che questo “non fu solo nel momento della sua morte”, ma anzi “iniziò prima, con le sofferenze per le persecuzioni precedenti e continuò anche posteriormente, perché non bastava che fosse morto: fu diffamato, calunniato, infangato”. E ancora: “Il suo martirio continuò anche per mano dei suoi fratelli nel sacerdozio e nell’episcopato”.

Paglia. In un articolo pubblicato ieri su L’Osservatore Romano, monsignor Vincenzo Paglia sottolinea il valore simbolico della canonizzazione di un vescovo latinoamericano, di una terra martoriata, da parte di un Papa anch’esso latinomericano e spiega: “Il mondo è molto cambiato dal 1980, quando Romero venne assassinato sull’altare perché la sua voce fosse messa a tacere. Ora monseñor — così lo chiamava la gente semplice — parla in maniera ancor più alta e forte. La canonizzazione che avviene sotto il pontificato del primo Papa latinoamericano conferisce alla testimonianza di Romero una forza particolare, per il suo paese, El Salvador, perché sia sconfitta la violenza delle maras, per l’intera America latina perché trovi la strada di un nuovo sviluppo, per il mondo intero perché sia colmato l’abisso tra i tanti poveri e i pochi ricchi. L’azione pastorale di Papa Francesco lega l’azione di Romero in maniera robusta all’oggi della Chiesa e alla sua missione nel mondo. In un rapporto inviato a Roma si accusava l’arcivescovo con questa affermazione: «Romero ha scelto il popolo e il popolo ha scelto Romero». Un’accusa che in verità era l’elogio più bello per un pastore. Romero «sentiva l’odore delle pecore» e le pecore se ne sono accorte. E lo hanno seguito. Ed è commovente vedere ancora oggi i contadini parlare con lui inginocchiati davanti alla sua tomba! Romero, oggi, in certo senso guida la lunga schiera dei nuovi martiri del Novecento. Del resto aveva compreso l’intero insegnamento del Vaticano IInella prospettiva martiriale. Spesso affermava che il concilio chiedeva ai cristiani di oggi di essere martiri (…) Romero ha ascoltato il grido dei poveri e si è fatto defensor pauperum, secondo l’affermazione dell’antica tradizione dei padri. Accettò di dare la sua vita per difendere il suo popolo oppresso. Per questo fu ucciso sull’altare”.

Comunità di Sant’Egidio. In una nota, la Comunità di Sant’Egidio a”si prepara a vivere con gioia ed emozione la canonizzazione di monsignor Oscar Arnulfo Romero, che domenica prossima verrà proclamato santo da Papa Francesco insieme al beato Paolo VI. Sant’Egidio, da anni presente in Salvador accanto ai bambini, ai giovani e agli anziani delle zone più periferiche del Paese, lo ricorda come un santo amico dei poveri e della pace fino al dono della sua vita. Ora la sua voce, messa a tacere dalla violenza, sarà ancora più conosciuta e ascoltata e la sua memoria venerata. Come già fanno i pellegrini recandosi nella basilica di San Bartolomeo all’Isola, a Roma – santuario dei martiri del XX e XXI secolo, affidato alla Comunità – dove è conservato il messale con cui l’arcivescovo di San Salvador celebrava la liturgia”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere