CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Orvieto, sarà un 31 dicembre tutto sotto il segno di Umbria Jazz

Eventi Cultura e Spettacolo Narni Orvieto Amelia Città

Orvieto, sarà un 31 dicembre tutto sotto il segno di Umbria Jazz

Redazione cultura
Condividi

foto dal sito Umbria Jazz

ORVIETO – Prosegue il cartellone in programma Umbria Jazz Winter che si appresta a chiudere l’anno in bellezza nella città di Orvieto. Domani (31 dicembre), dopo il concerto notturno del coro americano Benedict Gospel Choir alle ore 01 al teatro Mancinelli, la giornata si aprirà alle ore 11 con la celebrazione del centenario della nascita di Theolonious Monk e The Monkfold Test (ingresso libero). Alle 11.30 spazio alla marchin’ band per eccellenza, i Funk Off, che animeranno le vie del centro storico, mentre alle 12 sarà la vota del pianista folignate Giovanni Guidi che al museo Emilio Greco si cimenterà in un recital di piano solo dal titolo Planet Earth. Tris di appuntamenti per le 13 con Little Freddie King Blues Band from New Orleans al ristorante San Franceso, The Connection Trio Piero Odorici, Darryl Hall e Roberto Gatto al Malandrino Bistrot, Spaghetti Swing (cooking concert) e al meeting point di palazzo dei Sette. Sempre stessa location alle 15 per Luca Velotti Quartet: Luca Velotti sassofoni e clarinetto, Michele Ariodante chitarra a 7 corde e voce, Gerardo Bartoccini contrabbasso, Carlo Battisti batteria: Si prosegue alle 16 al teatro Mancinelli con il tributo di Jason Moran a Thelonious Monk: non solo la rilettura del celebre concerto della Town Hall, New York, del 1959, con un organico più ampio di quelli che Monk era solito usare, ma uno spettacolo multimediale in cui la musica si fonde con le immagini e le parole di Monk. Palazzo dei Sette ospiterà alle 16.30 gli Sugarpie & The Candymen, divertente band che rivisita il buon vecchio swing in chiave moderna.

Bosso Alle ore 16.30 alla sala 400 di palazzo del Popolo arriva Fabrizio Bosso Quartet festuring Walter Ricci Merry Christmas Baby, disco che raccoglie brani più o meno noti di atmosfera natalizia. Alla sala Expo, invece, alle 17.30 ad esibirsi sarà Jazzmeia Horn, considerata in America quale nuovo astro della vocalità jazz al femminile, e alle 18 alla sala 400 Maria Pia De Vito con So Right, omaggio a John Mitchell. Alle 19 a palazzo dei Sette a salire sul palco sarà l’orvietano Filippo Bianchini (tenor sax e sop sax) in quartetto con Domenico Sanna al piano, Luca Fattorini al double bass e Armando Longo alla batteria. Formazione friulana per il ristorante al San Francesco (ore 20.30) con The Liocanes (Francesco Bearzatti, Mauro Ottolini, Oscar Marchioni, Paolo Mappa) insieme a Little Freddie King Blues Band e The New Orleans Mystics. Due i Gran Cenoni previsti in serata: alle 21 al Mandarino Bistrot con The Connection e alle 22 al meeting point di palazzo dei Sette con Filippo Bianchini Quartet, Sugarpie & The Candymen e Luca Velotti Quartet. La mezzanotte si aspetta alla sala Expo di palazzo del Popolo con The Liocanes e i Funk Off. A concludere la serata saranno la jam session che vedrà protagonisti The Resident Trio (Riccardo Biseo, Massimo Moriconi, Gegè Munari) al Mandarino Bistrot, e Marc Ribot & The Young Philadelphians alla sala 400 di palazzo del Popolo.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere