CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Orvieto, record di ingressi nel 2019 al Pozzo di San Patrizio: “Numeri da record”

Cultura e Spettacolo Narni Orvieto Amelia

Orvieto, record di ingressi nel 2019 al Pozzo di San Patrizio: “Numeri da record”

Redazione cultura
Condividi
Il Pozzo di San Patrizio
Il Pozzo di San Patrizio

ORVIETO  – Il 2019 è stato anno da record per il Pozzo di San Patrizio, a Orvieto. L’anno si è un chiuso infatti con 212.765 ingressi registrati, compresi quelli provenienti da Carta Unica, dato mai raggiunto prima. Complessivamente circa 20.000 visitatori in più rispetto allo scorso anno con un incremento del 10 per cento. Soltanto alla biglietteria del pozzo sono stati staccati direttamente 199.775 biglietti, ovvero 17.576 in più rispetto al 2018. Una tendenza che è iniziata a maggio ma che ha registrato il picco a dicembre.

Numeri Nell’ultimo mese dell’anno i visitatori sono stati 12.866, oltre il 30 per cento in più rispetto allo stesso periodo del 2018. Ulteriormente significativo il dato relativo ai cinque giorni coincidenti con la 27esima edizione di Umbria Jazz Winter, dal 28 dicembre al primo gennaio, dove si sono registrati 8.369 ingressi contro i 6.100 dell’anno precedente.

Tardani “Si tratta di un grande risultato raggiunto – commenta il sindaco e assessore al Turismo, Roberta Tardani – frutto della campagna di comunicazione voluta dall’amministrazione comunale che ha messo al centro del programma delle iniziative natalizie il suggestivo albero di luce nel Pozzo di San Patrizio ma anche della promozione su canali specializzati portata avanti da Sistema Museo, soggetto gestore del monumento. A questo vanno sicuramente aggiunti la scelta dell’ampliamento dell’orario di ingresso, per consentire di ammirare al meglio le luci nel pozzo, e il trend in aumento dei flussi turistici che in questa ultima parte dell’anno ha premiato la nostra città. Numeri che ci confortano e che ora devono stimolarci a migliorare ulteriormente sapendo che monumenti simbolo come il Pozzo di San Patrizio, adeguatamente utilizzati e promossi, possono fare da traino al turismo”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere