venerdì 18 Giugno 2021 - 23:21
31.9 C
Rome

Orvieto, la Polizia scopre una nuova truffa telefonica via sms

Secondo quanto accertato dagli agenti della squadra Anticrimine, i presunti truffatori hanno infatti escogitato un sistema che colpisce le persone in attesa dei sussidi di disoccupazione o la cassa integrazione Covid

ORVETO – La polizia di Stato mette in guardia contro le truffe telefoniche via sms, dopo un nuovo genere di tentativo di ‘smishing’ (o ‘sms fishing’) scoperto ad Orvieto grazie alla segnalazione di una donna al commissariato del posto. Secondo quanto accertato dagli agenti della squadra Anticrimine, i presunti truffatori hanno infatti escogitato un sistema che colpisce le persone in attesa dei sussidi di disoccupazione o la cassa integrazione Covid.

Recapitato Alla donna è stato recapitato un sms inviato da ‘I.N.P.S’ (con la S senza il punto, presente invece nelle altre lettere I, N e P), in cui si spiega che era stato fatto un bonifico da parte dell’istituto di previdenza e si invitava a cliccare su un link che apre una pagina dove sono presenti i siti delle principali banche italiane. L’utente, in attesa del pagamento, qualora abbia un conto acceso in una di queste banche, viene invitato a entrare con le proprie credenziali, visualizzate poi anche da chi ha inviato il messaggio (contenente con ogni probabilità – spiega la polizia – un virus ‘trojan’).

Fondi A questo punto l’autore della truffa è autorizzato a trasferire i fondi sul proprio conto corrente, mentre i malcapitati si vedono svuotare i propri. La polizia invita pertanto gli utenti a non dare seguito al contenuto di questi messaggi e a rivolgersi direttamente alle proprie filiali per verificare se effettivamente sono presenti bonifici da parte dell’Inps.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi