CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Orvieto, ‘Il testimone’ in ricordo delle vittime uccise dalla mafia

Eventi Cultura e Spettacolo Narni Orvieto Amelia Città

Orvieto, ‘Il testimone’ in ricordo delle vittime uccise dalla mafia

Redazione cultura
Condividi

SIPARIO UMBRIA – In scena al teatro Mancinelli di Orvieto venerdì 16 marzo alle ore 21 Il testimone. Sul palco una storia vera e contemporanea di trattativa Stato-mafia, diretta ed interpretata da Bebo Storti e Fabrizio Coniglio. Basato su fonti storiche, lo spettacolo racconta la battaglia del magistrato Giacomo Ciaccio Montalto, figura semidimenticata nonostante sia stato fra i primi a schierarsi dichiaratamente contro la mafia trapanese, collegata a quella statunitense. Attraverso un simbolico viaggio in barca da Civitavecchia a Trapani, dove Montalto viveva, i due attori rievocano i tempi in cui il magistrato lottava per la giustizia e la legalità e ricordano la sua amicizia col giudice romano Mario Almerighi (coautore del testo insieme a Fabrizio Coniglio), fino al suo brutale assassinio nel 1983. Scheda: di Mario Almerighi e Fabrizio Coniglio, diretto e interpretato da Bebo Storti e Fabrizio Coniglio, produzione Tangram Teatro

foto di Luigi Orrù

foto di Luigi Orrù

Prevista anche una messinscena alle ore 10 (ore 10) ad ingresso libero riservata alle scuole secondarie di I e di II grado. Dopo la Giornata della Memoria arriva, quindi, un altro spettacolo dal forte impatto tematico avvalora la mission formativa-culturale dell’Associazione TEMA che, nell’ambito del progetto Scuole a Teatro riservato agli istituti scolastici di Orvieto e del comprensorio, ha ritenuto prioritario, per la Stagione Teatrale 2017/2018, approfondire il tema della lotta contro le infiltrazioni malavitose e le organizzazioni mafiose, unitamente alla commemorazione delle vittime di tutte le mafie, ovvero di tutti coloro che hanno pagato con la vita il prezzo del rispetto delle regole della convivenza civile. La legge n.20 dell’8 marzo 2017 ha istituito la “Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie”, da celebrarsi il 21 marzo di ogni anno. Il Mancinelli celebra questa ricorrenza presentando agli studenti due diversi momenti dedicati alla Memoria: oltre allo spettacolo Il testimone, il 13 aprile si terrà Per questo mi chiamo Giovanni che ripercorrerà la vita e l’impegno indelebile di Giovanni Falcone. Un doppio appuntamento che, tra l’altro, darà la possibilità ad un numero maggiore di studenti di poter partecipare all’iniziativa.

Così il Consigliere dell’Associazione TEMA Cristina Calcagni, che ne ha curato l’iniziativa, presenta il progetto: “Nella nostra Regione Umbria, con un’iniziativa popolare, era stato presentato un testo di proposta di Legge contro la mafia e le infiltrazioni mafiose in tutto il Territorio Regionale che nel 2012 fu approvata con il numero 16. Lo spettacolo “Il Testimone”, previsto per il 16 marzo, rievoca l’assassinio del Magistrato Giacomo Ciaccio Montalto, ucciso il 25 gennaio 1983 davanti alla sua abitazione. Molti anni sono trascorsi ed è per questo importante rinverdire la Memoria attraverso la lettura di fatti e atti efferati che hanno caratterizzato gli ultimi giorni di vita del Magistrato impegnato a Trapani contro la mafia legata a doppio filo con quella americana. Con Fabrizio Coniglio, che oltre ad esserne interprete ha curato la regia dello spettacolo insieme a Mario Almerighi, abbiamo da subito collaborato in sinergia, con passione e slancio, per rendere riflessivo e toccante l’evento, prevedendo alla fine dello spettacolo un breve dibattito che impegnerà gli studenti partecipanti a non dimenticare e a farsi paladini della legalità e del rispetto delle regole. Lo spettacolo ha avuto il Patrocinio di ben due Ministeri: il Ministero dell’ Interno con il compiacimento dell’On.le Ministro Marco Minniti; il Ministero di Grazia e Giustizia con il compiacimento dell’On.le Ministro Andrea Orlando per l’impegno dell’Associazione TEMA verso queste tematiche volte a promuovere, in modo gratuito, verso le giovani generazioni l’impegno alla legalità. Inoltre l’Assemblea Legislativa dell’Umbria che, fin dalla fase embrionale del progetto, ha giudicato pregevole l’iniziativa nel rispetto della Legge Regionale 16 del 2012 contribuendo con il suo Patrocinio Oneroso. La CNA Umbria ha deciso di sostenere gli spettacoli patrocinandoli e supportandoli con un contributo. Una sinergia, appunto, che vede ai massimi livelli collaborazioni importanti tra Associazioni Culturali, tra cui la TEMA di cui ho l’onore di far parte, registi teatrali – un ringraziamento a Fabrizio Coniglio per le numerose telefonate e mail con cui abbiamo concretizzato ed arricchito la progettualità dell’evento – ed Istituzioni Regionali e Statali: insieme per raggiungere un unico obiettivo, la cui finalità è la Promozione della Cultura della Legalità, stimolo all’educazione civica per una crescita armonica delle giovani generazioni”. 

Prenotazioni: 0763.340493 – biglietteria@teatromancinelli.it

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere