CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Orvieto, al Teatro Mancinelli la comicità di Michela Andreozzi

Eventi Cultura e Spettacolo Narni Orvieto Amelia Extra Città

Orvieto, al Teatro Mancinelli la comicità di Michela Andreozzi

Redazione cultura
Condividi

ORVIETO – Spazio alla comicità al Teatro Mancinellidi Orvieto con Michela Andreozzi in scena sabato 3 dicembre alle ore 21 con il suo show Maledetto Peter Pan. Tutto ha origine dal fumetto Le Demon de Midi di Florence Cestac (Dargaud edizioni) che viene trasformato prima in una commedia teatrale diretta da Marie Pascale Osterrieth e interpretata dall’attrice comica Michèle Bernier, poi in un film. Dopo aver riscosso un grande successo di pubblico e di critica in Francia, Maledetto Peter Pan  arriva in Italia proprio grazie alla Andreozzi le cui eclettiche capacità artistiche si esaltano nel particolare format dello spettacolo. A metà tra commedia, stand-up e monologo, la pièce nasce dall’idea di raccontare un dramma che tutti conoscono: il tradimento. Un tradimento generato dalla pericolosissima “crisi di mezza età”, conosciuta anche come “Sindrome di Peter Pan”, temibile patologia che colpisce gli uomini giunti alle soglie dell’età matura che male accolgono il cambiamento.

Sola in scena, l’attrice romana veste i panni di ben venti personaggi diversi e racconta tutte le fasi dell’elaborazione del lutto derivante dal tradimento da parte del compagno impossessato dalla Sindrome di Peter Pan: la depressione sul divano, il confronto con parenti ed amici (che naturalmente già sanno), la ricerca di un ex disponibile alla consolazione, la feroce autocritica che sfocia nella flagellazione. Mille le domande che la protagonista si pone, e noi con lei: cosa fa funzionare una coppia? Perché alcuni restano insieme ed altri no? A che punto sono i rapporti tra uomo e donna? La coppia continua a rimanere un mistero, un tema da aggiornare costantemente perché i ruoli, le abitudini e il linguaggio si evolvono. Divertente, caldo, consolatorio e irriverente, Maledetto Peter Pan si ferma a riflettere sulla coppia contemporanea, su quella generazione di mezzo che non riesce a crescere, sulla vita come viaggio sempre in bilico tra meccanismi universali ed emozioni personali. Ma una meditazione ilare, lieve, perché l’amore, in fondo, è la più comica delle tragedie. Finale a sorpresa e grandi risate per questa commedia di puro divertimento la cui regia è curata da Massimiliano Vado.

Lo spettacolo sarà preceduto, nel foyer del teatro alle ore 18, dal primo appuntamento di ‘Incontri con i protagonisti’, format inaugurato dalla Andreozzi, intervistata dal giornalista Gianluigi Basilietti.  Ingresso libero.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere