CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Operazione Spada-bis: un anno e sei mesi all’ex assessore Piacenti D’Ubaldi

Cronaca e Attualità Terni

Operazione Spada-bis: un anno e sei mesi all’ex assessore Piacenti D’Ubaldi

Redazione
Condividi

TERNI – Condanna ad un anno e sei mesi per l’ex assessore del Comune di Terni Vittorio Piacenti d’Ubaldi nell’ambito della seconda ondata del processo per la cosiddetta Operazione Spada, che nel dicembre 2017 aveva smantellato il sistema cooperativo ternano, portando agli arresti domiciliari, tra gli altri, l’allora membro della giunta comunale. Turbata libertà degli incanti e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente le accuse che venivano contestate, legate all’affidamento negli anni di alcuni incarichi di consulenza da parte di società partecipate dal Comune, a lui ed al commercialista Roberto Camporesi, condannato ad un anno. Assolto invece, ‘perché il fatto non costituisce reato’ l’ex dirigente comunale Maurizio Galli

Il processo è una costola di quello che vede imputati fra gli altri  l’ex sindaco Di Girolamo e l’ex assessore Bucari, per i quali sono state chieste pesanti pene. Il giudice monocratico Massimo Zanetti, ha riconosciuto un risarcimento complessivo di 60.000 euro al Comune, che si era costituito parte civile nel procedimento. D’Ubaldi è stato multato di 100.000 euro. Ridotte invece le condanne rispetto alle richieste (tre anni per l’ex assessore, due per Camporesi),. Entrambi hanno già detto che ricorreranno in appello.