CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Operazione 'Safe Train' sull'asse Foligno-Perugia: aggrediscono il capotreno per comperare dosi di eroina

Cronaca e Attualità

Operazione 'Safe Train' sull'asse Foligno-Perugia: aggrediscono il capotreno per comperare dosi di eroina

Redazione
Condividi

PERUGIA Corre sull’asse ferroviario Foligno-Perugia, l’ultima operazione di prevenzione e repressione dei reati che ha coinvolto, sia lungo linea che a bordo treno, gli agenti della Sezione Polizia Ferroviaria di Foligno e  quelli del Posto Polizia Ferroviaria di Perugia. L’ultima attività di polizia ha preso le mosse da Foligno e si è sviluppata a Perugia. Si raccolgono i frutti dell’operazione Safe train: ”Questi sono i risultati di un’indagine avviata circa due mesi fa dai miei uomini- afferma il comandante Alessandro D’Antoni – Che sotto copertura hanno viaggiato sui treni tra Spoleto e Perugia.”

Aggressione al capotreno Tutto è partito da un’aggressione, ai danni di un capotreno, avvenuta all’interno della giurisdizione di Foligno. A compierla due soggetti, già da tempo monitorati dagli agenti della Sezione che, in borghese e mescolati tra i viaggiatori che ogni giorno utilizzano i treni, li hanno controllati.

Scambio di stupefacenti: 5 denunce L’epilogo arriva a Perugia dove la coppia attenzionata viene sorpresa durante uno scambio di sostanze stupefacenti. A quel punto gli agenti sono entrati in azione e sono scattate denunce, a vario titolo, a carico di 5 persone per oltraggio e minaccia a Pubblico Ufficiale, spaccio di sostanza stupefacente e varie segnalazioni per l’assunzione ad uso personale. I due giovani umbri sono stati intercettati alla stazione di Ponte San Giovanni mentre acquistavano alcuni grammi di eroina da tre pusher nordafricani, non si tratterebbe di un quantitativo di particolare rilievo. Le indagini sono ancora in fase di sviluppo e sono coordinate dalle Procure della Repubblica di Spoleto e Perugia. L’intera attività è stata supervisionata dal Compartimento Polizia Ferroviaria Umbria – Marche – Abruzzo con sede in Ancona e diretto dal Primo Dirigente Filippo Materi.