CARICAMENTO

Scrivi per cercare

One, two, three, four: quarto traguardo consecutivo della Sir Perugia nella stagione

Perugia Pallavolo Sport Città

One, two, three, four: quarto traguardo consecutivo della Sir Perugia nella stagione

Redazione sportiva
Condividi

di Raffaello Agea

CIVITANOVA MARCHE – Di quattro traguardi che fino ad oggi era possibile raggiungere, stasera la Sir Sicoma Colussi ha conquistato il quarto. Quattro su quattro, quartina, poker: chiamate la cosa come volete, ma la squadra di Lorenzo Bernardi, battendo all’Eurosuole la Cucine Lube Civitanova, si aggiudica anche il primo posto della poule A di Champions League.

E mentre ai marchigiani, seppur già qualificati, serviva la vittoria per non uscire dal giro delle teste di serie in vista della prossima fase, alla Sir la vittoria non serviva nemmeno per questo fine, essendo già qualificata tra le migliori seconde.

Insomma, la vittoria della partita e del girone sarebbero servite a Perugia solo per mettere la spunta sulla quarta casella stagionale; senza coppa, ma di grande valore e soddisfazione.

Ma c’era il rischio che dopo la sconfitta subita domenica scorsa a Modena, anche se sul filo di lana, la consapevolezza dei propri mezzi, ma soprattutto la concentrazione, potessero scemare un po’, tanto più in considerazione dell’obiettivo qualificazione già raggiunto.

La partita di stasera, però, ha fugato questi timori, pur legittimi alla vigilia. E che Mister Secolo avesse ben chiaro l’obiettivo, come peraltro nella partita disputata al PalaPanini nell’ultima di campionato, si è visto da subito: nessun turn over, squadra titolare in campo fin dal fischio di inizio. Cartina al tornasole, questa, del “cannibalismo bernardiano”, di un allenatore che ha abituato i suoi uomini a voler vincere sempre, a non far cadere la palla nemmeno quando si hanno una quindicina di match point sul due a zero in proprio favore.

Il primo set è forse il più equilibrato, con i marchigiani che non avendo problemi di formazione con gli stranieri (in Champions la regola dei 3 italiani a referto in ogni set e dei 2 contemporaneamente in campo non c’è), schierano capitan Stankovic fin dall’inizio. L’esperienza e la classe del centrale serbo della Lube si vedono subito, soprattutto a muro, ma l’attacco della squadra di Medei, con Juantorena non al meglio, gira quasi esclusivamente con Sokolov e Sander (rispettivamente con 13 e 6 attacchi ciascuno).

Dalla parte di Perugia, invece, è il servizio ad incidere in modo decisivo, non solo con i 4 aces messi a segno nel game, ma anche quando, con la ricezione avversaria in difficoltà, i frombolieri di prima linea vengono liberati con facilità, Atanasijevic su tutti. Si finisce ai vantaggi e guarda caso è proprio un errore al servizio di Sokolov a consegnare il set point alla Sir, che si aggiudica il frangente grazie ad un muro su Sander (26 – 24).

Il secondo set è di marca Zar. Già a metà del parziale, infatti, Zaytsev mette 5 punti a referto e 7 in totale prima del cambio di campo, con un più che significativo 70% in attacco. La distribuzione di Boss De Cecco è molto fluida e varia, sia con la pipe che sulle ali, oltre che al centro. E Bernardi che da tempo ha elaborato i cambi sul finale dei set, fa entrare Berger al posto di Russell per avere qualcosa di più a muro. Lo schiacciatore austriaco ripaga il proprio allenatore, mettendo a segno un muro vincente su Sokolov che consegna a Perugia il set point, finalizzato sul 25 a 23 con un attacco di Atanasijevic.

Nella terza frazione Perugia sembra dilagare, portandosi fino al 17 a 10 in suo favore. Tutto gira alla perfezione per la Sir, ma gli umbri commettono una serie di errori veramente banali che rianimano la Lube. Strano l’incitamento di Medei ai suoi nel corso di un time out, poiché dire non regaliamo niente ci sta, ma sottolineare “a questi non gli regaliamo niente”, denota un certo nervosismo del coach e magari che mal digerisca il fatto che in questo momento la Sir sia superiore alla sua squadra.

Il sangue freddo, però, non manca alla Sir di questa stagione ed è la volta di Zaytsev a sbrogliare la matassa alla fine del set, prima con un attacco di potenza e poi con una carezza da posto 4 che dall’altra parte della rete riescono solo a guardare. E’ match point (26 a 25) ed alla prima occasione Perugia porta a casa la partita con l’attacco di Sokolov che finisce fuori senza tocco del muro.   

“One, two, three, four gimme some more” cantava DD Sound alla fine degli anni ‘70.

Uno, due, tre, quattro (traguardi) dammi di più Sir: questo può cantare patron Sirci alla sua squadra.

L’occasione, visti i risultati ed il gioco, c’è di sicuro.

Quindi appuntamento ai play off di Superlega ed alla prossima fase della Cev Champions League.

Primo set Squadre in campo con le formazioni tipo (Stankovic in campo per la Lube, senza vincoli di stranieri in Champions).
Primo punto per la Lube, con Atanasijevic murato.
Pareggia la Sir con un muro su Sokolov (1 – 1).
Sander in diagonale porta in vantaggio la Lube: 3 – 1.
Russell altissimo con un pallonetto spinto in mezzo al campo: 4 – 2 Lube.
Pareggia Atanasijevic dopo difesa di Zaytsev: 4 – 4.
Sokolov attacca fuori, ma il challenge corregge per un tocco a muro di Russell: 5 – 4 Lube.
Ace di Russell per il 6 a 5 Sir.
Atanasijevic in attacco e poi un muro vincente della Sir riportano gli umbri in vantaggio: 8 – 7.
Primo punto per Zaytsev: 9 – 7 Sir.
Attacco out di Sokolov e Perugia è a + 3: 11 – 8.
Grebennikov colpito al torace da Atanasijevic: 14 – 11 Sir.
Ancora Atanasijevic per il 16 a 13 per Perugia.
Ace di Russell morbido in mezzo al campo: 17 – 13 Sir.
Sokolov incide al servizio e Candellaro chiude dal centro: 17 – 16 Sir.
Servizio out di Sander (confermato dal challenge): 19 – 17 Sir.
Primo tempo di Podrascanin e nuovo vantaggio Sir: 20 – 19.
Ricezione lunga di Zaytsev: conclude Juantorena in tapin: 21 – 20 Lube.
Servizio di Podrascanin che tocca il nastro e cade: 22 – 21 Sir.
Pareggia Sokolov da posto 4: 22 – 22.
Primo tempo di Anzani: 23 – 22 Sir.
Errore di Atanasijevic in attacco corretto dal challenge per un tocco a muro: 24 – 23 Sir.
24 pari su Atanasijevic murato.
E’ di nuovo set point per la Sir (25 – 24) su errore di Sokolov al servizio.
Sander murato ed il set è di Perugia (26 – 24).

Secondo set Apre Sander in pipe: 1 a o Lube.
Pareggia lo Zar: 1 – 1.
Ancora Zaytsev, stavolta in pipe: 3 – 2 Sir.
Ace di Sokolov: 5 pari.
Pipe di Russell: 6 – 5 Sir.
Juantorena spara sul muro e la palla esce: 7 pari.
Ancora Zaytsev in attacco (da posto 2): 8 – 7 Sir.
Muro vincente di Sokolov su pipe di Zaytsev: 11 – 9 Lube.
Ace di Sokolov con correzione del nastro: 14 – 12 Lube.
Ancora Sokolov in attacco: 16 – 13 Lube.
Russell liberato in pipe: 16 – 14 Lube.
Primo tempo di Stankovic murato da Anzani: 17 – 16 Lube.
Perugia torna in parità su errore di Sokolov in attacco: 18 pari.
Zaytsev alto sul muro della Lube: 20 pari.
Shaw palleggia per Podrascanin che chiude dal centro: 21 – 20 Sir.
Zaytsev porta Perugia sul 22 a 21.
Ancora Podrascanin in primo tempo e Perugia è sul 23 a 22.
Muro di Berger su Sokolov: 24 a 22 Sir.
Chiude Atanasijevic: 25 – 23.

Terzo set La Sir parte forte nel parziale, portandosi sul 4 a 1.
Atanasijevic porta la Sir sul 5 a 2.
Zaytsev servito da Podrscanin: diagonale strettissima e 7 a 4 Sir.
Podrsacanin dal centro ed è 9 a 5 Sir.
Ancora il Potke dal centro: 10 a 6 Sir.
Sokolov murato: 11 a 7 Sir.
Ace di Atanasijevic con palla che tocca il nastro e cade a terra imprendibile: 12 – 7.
Atanasijevic schiaccia da posto 6 su palla vagante: imprendibile ed è 14 – 7 Sir.
Russell altissimo per il 15 a 9 Sir.
Ace di Anzani su Kovar: 17 – 10 Sir.
La Lube recupera fino al 17 – 13 dopo alcuni errori (banali) della Sir.
Zaytsev da posto 2: 19 a 14 Sir.
Invasione di Russell e la Lube è di nuovo a – 3: 19 – 16 Sir.
Ace di Christenson su Zaytsev: 19 a 17 Sir.
Christenson sbaglia dai 9 metri ed è 20 a 17 Sir.
Primo tempo a terra di Anzani: 22 – 18 Sir.
Muro di Kovar su Atanasijevic ed è 22 a 20 Sir.
Primo tempo a terra di Anzani su palleggio ad una mano di De Cecco: 23 a 20 Sir.
Kovar attacca da posto 4 e mette a terra: 23 – 21 Sir.
Ace di Sokolov: 23 pari.
Sokolov incide al servizio e riapre il set: 24 a 23 Lube.
L’opposto bulgaro della Lube sbaglia al servizio ed è 24 pari.
Ancora set point Lube dopo attacco vincente di Sokolov (25 – 24).
Attacco vincente di Zaytsev: 25 pari.
Lo Zar accarezza da posto 4, la palla cade ed match point Sir (26 – 25).
Attacco out di Sokolov, non c’è tocco a muro e la Sir si aggiudica il set (27 – 25) e la partita.

CUCINE LUBE CIVITANOVA  – SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA 0-3 (24-26, 23-25, 25-27)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Christenson 2, Sokolov 24, Candellaro 4, Stankovic
5, Juantorena 9, Sander 5, Grebennikov (libero), Zhukouski, Kovar 4, Cester
3. N.e.: Marchisio (libero), Casadei, Milan. All. Medei, vice all. Camperi.

SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA: De Cecco, Atanasijevic 17, Podrascanin 10,
Anzani 6, Zaytsev 14, Russell 11, Colaci (libero), Shaw, Berger 1. N.e.:
Della Lunga, Ricci, Cesarini (libero), Siirila, Andric. All. Bernardi, vice
all Fontana.

Arbitri: Vladimir Simonovic (SRB) – Juraj Mokry (SVK)

LE CIFRE – CITIVANOVA: 10 b.s., 5 ace, 44% ric. pos., 20% ric. prf., 57%
att., 10 muri. PERUGIA: 12 b.s., 5 ace, 52% ric. pos., 25% ric. prf., 61%
att., 6 muri.