CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Omicidio Bellini, Halan Andriy risponde alle domande tra ammissioni e punti oscuri. Nuovi spunti per gli inquirenti

Cronaca e Attualità

Omicidio Bellini, Halan Andriy risponde alle domande tra ammissioni e punti oscuri. Nuovi spunti per gli inquirenti

Andrea Giuli
Condividi

A.G.

TERNI- E’ terminato nell’assai tarda mattinata, davanti al gip del tribunale di Terni, Simona Tordelli e al sostituto procuratore Tullio Cicoria, il previsto interrogatorio di rito del 44enne cittadino ucraino, Halan Andriy, accusato di aver ucciso il 53enne ternano Sandro Bellini. L’interrogatorio si è svolto nel carcere di Sabbione dove l’uomo è recluso, assistito dall’avvocato Brino Capaldini. L’interrogatorio si è protratto per quasi due ore e Halan Andriy – così afferma il suo legale – ha risposto, con l’aiuto di un interprete, a tutte le domande, senza particolari reticenze, offrendo anche degli spunti agli inquirenti per il prosieguo delle indagini che ancora non sono chiuse. Spunti e dichiarazioni che, ovviamente, andranno verificati. Perché appare sufficientemente chiaro che Halan ha raccontato la sua verità, comprese alcune ammissioni.

Ma, a tutt’oggi, l’ucraino non è reo confesso. L’accusato, infatti, ha reso una ricostruzione dei fatti che, ad una prima interpretazione, non sembrerebbe esattamente collimare con quella avvalorata dagli inquirenti. Evidentemente, l’uomo non si è potuto tirare fuori dai fatti, ma potrebbe anche aver chiamato in causa, seppur non direttamente ed esplicitamente, altre persone. Si è svolta in giornata anche l’autopsia sul corpo martoriato di Bellini. Le prime risultanze confermerebbero soprattutto dei violenti colpi sul capo, probabilmente vibrati con un pesante corpo contundente, forse una mazzetta. Anche in base agli esiti certi dell’esame autoptico e ad eventuali sviluppi, l’avvocato Capaldini potrà valutare, per esempio, se richiedere il rito abbreviato o meno per il suo cliente. O, addirittura, altre strategie difensive. Insomma, il quadro non sarebbe ancora chiuso e completato. Anzi, la sensazione è che ci potrebbe essere ancora lavoro per gli inquirenti. Domani alle 15, presso la cappelletta dell’obitorio dell’ospedale ternano, le esequie di Bellini.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere