CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Un nuovo volto per Fontivegge, la facoltà di Ingegneria mette in campo idee e progetti in un workshop

Politica

Un nuovo volto per Fontivegge, la facoltà di Ingegneria mette in campo idee e progetti in un workshop

Pierpaolo Burattini
Condividi

PERUGIA – “Fontivegge andata e ritorno” è il titolo dell’ International workshop che si propone di riflettere sullo sviluppo dell’area della stazione di Perugia in virtù delle progettualità individuate dall’amministrazione comunale. Si svolgerà giovedì 26 e venerdì 27 maggio 2016, nell’aula 1 del polo di Ingegneria e si rivolge ai giovani, a laureati e laureandi, italiani e stranieri, studiosi di diverse discipline. E’organizzato dal dipartimento di Ingegneria civile e ambientale in collaborazione con la Harvard university – Graduate school of design.

“Il percorso di partecipazione si fonda sul design thinking, lo scambio di idee, il confronto di proposte, la condivisione di soluzioni – sottolinea Fabio Bianconi, promotore dell’iniziativa -. L’obiettivo è disegnare una nuova immagine della città, inclusiva e di relazione, giovane e dinamica”. I lavori, giovedì 26 maggio, alle 9, saranno aperti dal professore Annibale Luigi Materazzi, direttore del dipartimento di Ingegneria civile e ambientale, seguirà la presentazione dell’iniziativa da parte del professore Bianconi. Previsti gli interventi di Michele Fioroni ed Enrico Antinoro (Comune di Perugia), Anna Laura Pisello (Università di Perugia), Stefano Andreani (Harvard university – Graduate school of design) e anche una ricognizione nella zona di Fontivegge. Venerdì 27 maggio, i lavoro del workshop si svolgeranno nelle aule 16/17 del polo di Ingegneria, con inizio alle ore 9. Alle 15, in aula 1, interverranno il rettore Franco Moriconi, Marco Filippucci (Università di Perugia), che illustrerà i progetti realizzati, mentre le considerazioni conclusive saranno di Diego Zurli (Regione Umbria), Franco Marini (Comune di Perugia), Matteo Clemente (Università di Roma), Valerio Lubello (Università Bocconi), Carlo Cipiciani (Regione Umbria), Federico Rossi (Università di Perugia), Urbano Barelli (Comune di Perugia).