CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Nuoto, impresa del Clt Terni che domina i campionati regionali a Perugia

Terni Sport Altri

Nuoto, impresa del Clt Terni che domina i campionati regionali a Perugia

Redazione sportiva
Condividi

PERUGIA – Prova di livello per i nuotatori del Clt Terni che lo scorso fine settimana a Perugia si sono imposti ai Campionati regionali Assoluti  e quelli  delle categorie Junior e Ragazzi. Ben 293 sono stati i punti, ottenuti dalla compagine ternana, nella classifica più prestigiosa, quella Assoluta. Piazze d’onore per due squadre del perugino, la Libertas Rari Nantes, seconda con 245 punti e terza l’Azzurra Race Team che si ferma a quota 199. Molto più netta le vittoria del CLT nella categoria Ragazzi: 328 sono i punti ottenuti contro i 123 dell’ Azzurra Race Team. Stessa situazione anche nella categoria Junior con il CLT a quota 277 e l’Azzurra a quota 200.

Vittorie nette che ribadiscono l’ottimo lavoro svolto in casa CLT, che sta emergendo sia a livello regionale che nazionale, da parte degli allenatori Fabio Leopoldi,  Enrico Polito e dal responsabile tecnico Giorgio Marconi. Sono stati 14 i titoli regionali assoluti vinti, ben equiparati, 7 vittorie per le ragazze, 7 per i maschi. Mattatrice della manifestazione è stata senza dubbio Martina Trionfetti: 4 i suoi successi, nei 50-100-200-400 Stile libero che la pongono, tra l’altro, ai primi posti nelle classifiche nazionali di categoria. Non da meno, l’intramontabile Lorenzo Consoli, che primeggia nei 50 Stile libero, 100 Farfalla e 100 Dorso, ed Elena Tabuani che fa suo tutto il Dorso, prima nei 50, 100, e  200.

A quota 2 vittorie Marco Andreani, primo nei 200 e 400 Stile libero (anche lui ai vertici delle classifiche nazionali). Infine Riccardo Menciotti che, dopo 4 podi, si aggiudica il primo posto nei 200 Farfalla. Il CLT non trascura niente e si leva la soddisfazione di vincere anche la Staffetta 4×200 Stile libero con Andreani, Consoli, Tarquini e Genua. Moltissimi anche i titoli regionali e i podi di categoria, individuali e di staffetta, in totale 77.

 “Complimenti ragazzi – dice la responsabile di Sezione Cristiana Cristiani – Ci avete fatto vivere tre stupende giornate di sano sport, non solo per le vittorie, ma anche per l’impegno, la forza, la caparbietà che avete mostrato in ogni momento della gara. Complimenti a tutto lo staff tecnico che ha saputo far emergere da ogni ragazzo, tutte le potenzialità morali e fisiche, consentendogli il raggiungimento di questo splendido risultato. Grazie da parte di tutti i dirigenti del circolo”.

Evento con De Majo e Zavoli.  La biblioteca del Clt torna ad ospitare il teatro di Stefano de Majo in occasione della ricorrenza del 17 marzo 1861 che consacrò l’Unità d’Italia, recando all’interno della piéce e sulla locandina d’autore del Maestro Zavoli un episodio che vide Terni protagonista del nostro Risorgimento. A Terni dove fu l’appuntamento sarà così l’occasione per presentare anche a Terni l’opera del Maestro Massimo Zavoli che riproduce sullo sfondo l’impresa dei garibaldini che da Terni mossero verso Roma, recando ancora vive le voci dei protagonisti che riecheggeranno nello spettacolo. Uno spettacolo teatrale e musicale scritto e interpretato da Stefano de Majo con le musiche dal vivo di Gustavo Gasperini (violino) e Fabrizio Longaroni (pianoforte, tromba e voce).

 Lo spettacolo è stato rappresentato lo scorso 1° febbraio dallo stesso autore in una suggestiva performance a Roma presso la Biblioteca della Camera dei Deputati in occasione della presentazione ufficiale dell’opera grafica del Maestro Massimo Zavoli che come detto ne costituisce la preziosa locandina d’autore. A Terni dove fu l’appuntamento diviene come sempre nel teatro di de Majo un viaggio visionario, appassionante e multisensoriale dentro la Storia epica del nostro Risorgimento, prendendo spunto dalla ricorrenza del 17 Marzo, in cui si realizzò l’Unità d’Italia, ma diviene poi monito per impegnare ancora oggi tutti noi a rendere effettiva e sostanziale questa Unità. Il racconto, utilizzando il linguaggio proprio del teatro e della musica, cavalca con arguzia gli stili della commedia e della tragedia, alternando comicità e poesia, dramma e memorie autentiche. Non sarà solo una celebrazione storica del Risorgimento propriamente inteso, ma coprirà un arco di ben 5 secoli, dalla disfida di Barletta sino alla prima Guerra Mondiale, ritenuta l’ultima guerra di Indipendenza. Oltre a dar voce alla Storia vera fuori dai libri, spiegherà il significato profondo del nostro inno che sul finale accomunerà tutti e mostrerà ai presenti quanto la Storia d’Italia sia viva ancora adesso e sia indispensabile il prezioso apporto di tutti noi per essere oggi patrioti, rivestendo il ruolo attivo di cittadini consapevoli e partecipativi. La forza coinvolgente del teatro unirà così i personaggi epici e gli spettatori, i giovani di ieri che hanno scritto pagine indelebili della nostra Storia e gli odierni cittadini che scriveranno la Storia di domani

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere