CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Norcia, riaffiora dopo mezzo secolo la sorgente Torbidone

Cronaca e Attualità Foligno Spoleto

Norcia, riaffiora dopo mezzo secolo la sorgente Torbidone

Redazione
Condividi

La sorgente Torbidone (foto Domenico Salimbeni)

NORCIA – Potrebbe essere stato l’effetto dell’abbassamento del terreno dovuto al sisma, certo è che a Norcia è stata grande sorpresa quando è riemersa una sorgente, Torbidone, che mancava dagli anni sessanta. L’acqua è tornata  a sgorgare copiosa (350 litri al secondo)
dopo la scossa del 30 ottobre e oggi i tecnici della Regione, vigili del fuoco e protezione civile sono dovuti intervenire per arginare l’acqua che ha invaso alcuni campi e soprattutto stava mettendo a rischio alcuni animali all’interno di una stalla. Il Torbidone sta ora correndo sulla piana che costeggia la strada da Norcia verso Forca Canapine.

La sorgente Torbidone (foto Domenico Salimbeni)

La sorgente Torbidone (foto Domenico Salimbeni)

“Nei prossimi giorni – spiegano dagli uffici tecnici della Regione Umbria – interverrà personale specializzato dell’ Esercito che dovrà ripristinare il vecchio alveo, dimenticato da tutti, ma catastalmente esistente”. Una volta creato l’incanalamento il Torbidone potrà così confluire nuovamente nel fiume Sordo, come accadeva in origine. Contemporaneamente si sono invece prosciugate alcune sorgenti in alta quota, come quella che si trovava a ridosso di San Pellegrino, sulla strada che porta ad Ascoli Piceno. Una fonte importante, visto che alimentava l’acquedotto di Norcia, ma che adesso è completamente asciutta, tanto che per continuare a garantire l’acqua è stato realizzato un allaccio alla sorgente Pescia.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo