domenica 28 Novembre 2021 - 19:26
6.9 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Norcia, mensa e pulmini per i terremotati: indagato il sindaco Alemanno

Si tratta di vicende che riguardano la gestione del periodo immediatamente successivo al sisma.

NORCIA– Nuovi guai per il sindaco di Norcia Nicola Alemanno.  La Procura della Repubblica di Spoleto gli ha infatti notificato un avviso di conclusione delle indagini relative alla gestione dei pasti e dei pulmini il trasporto scolastico dei bambini tra febbraio 2017 e giugno 2019. Si tratta di vicende che riguardano ovviamente la gestione del periodo immediatamente successivo al sisma.

Le ipotesi della Procura

Le ipotesi formulate dalla Procura di Spoleto vanno dalla frode in pubbliche forniture al falso ideologico e materiale, fino al peculato. Secondo l’accusa, il sindaco avrebbe attestato falsamente che sette fatture, per complessivi 720 euro, rientravano nel progetto “Manifestazioni ed eventi Norcia di Autunno del 2014”, procedendo così alla liquidazione in favore dell’hotel Salicone che erogava i pasti. Inoltre, gli viene contestato anche il falso ideologico e materiale per l’affidamento del trasporto scolastico dei bimbi nell’anno scolastico 2017-2018, alla società sportiva dello stesso hotel, in assenza secondo la procura di Spoleto di una serie di documenti. Dalla vicenda esce di scena Vincenzo Bianconi, proprietario delle strutture ed oggi consigliere regionale, così come il padre e il fratello, inizialmente indagati:  la procura di Spoleto procederà con una richiesta di archiviazione.

Altri indagati

Indagate anche due dirigenti comunali (una in pensione) e Anna Pizzichini, la madre di Vincenzo Bianconi, rappresentante legale dello Sporting Salicone, accusata di frode in pubbliche forniture, stesso reato del quale è chiamata a rispondere una delle due dipendenti comunali. L’altra, ormai in pensione, è accusa invece di falsità materiale.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi