CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Nocera, sfratto per gli anziani della casa di riposo autogestita, Pavanelli trasferisce ufficio parlamentare

Alta Umbria Politica

Nocera, sfratto per gli anziani della casa di riposo autogestita, Pavanelli trasferisce ufficio parlamentare

Redazione
Condividi

NOCERA UMBRA – Nuovo capitolo della vicenda della casa di riposo autogestita dagli stessi anziani che la abitano. Dopo l’avviso di sfratto da parte della Asl, che vuole vendere i locali  si erano mobilitate “Le Iene”. Anche perchè i 14 ospiti  tutti fra i 77 ed i 95 anni, che autogestendo da due anni da casa hanno migliorato la qualità del servizio, a costo zero per l’ente pubblico, verrebbero smistati in altre case di riposo della regione oppure portati in una struttura a fianco, sempre della Asl, già fatiscente, che però è destinata ad anziani autosufficienti e quindi deve sottostare a regole che faranno lievitare i costi e abbassare la qualità del servizio.

Ora si muove la senatrice perugina del M5S Emma Pavanelli, la quale ha deciso di trasferire all’interno della residenza per anziani l’ufficio parlamentare, rendendo così di fatto impossibile lo sfratto, visto che la legge impedisce l’azione a meno che non venga autorizzata dal Senato.

La nota. “Per tutelare gli anziani ospiti della casa famiglia di Nocera Umbra, e scongiurare lo sfratto, ho deciso di istituire qui il mio ufficio parlamentare”. Lo ha riferito la senatrice umbra Emma Pavanelli del M5S, dopo una nuova visita alla realtà autonoma, autofinanziata dagli ospiti, creatasi da qualche anno e che raccoglie 14 anziani. Realtà però che si trova all’interno di locali della Asl Umbria 2 e che ora dovrà essere liberata. Qui, questi anziani vivono bene, in un modello sociale di cohousing dal quale gli enti locali dovrebbero prendere ispirazione. Invece vogliono sfrattarli tutti, allontanandoli dalla loro comunità, armonica e locale, fatta di acquisti a km zero, impiego di personale locale e zero spese per le casse dello Stato. Durante le mie visite alla casa famiglia, mi hanno manifestato le loro preoccupazioni, la loro paura di essere “deportati” in altre strutture, lontano dai loro cari e dalle persone con cui hanno stretto rapporto di amicizia. Ecco perché ho deciso di istituire qui il mio ufficio parlamentare, per tutelarsi e dare loro un po’ di tranquillità”.

La Lega Ma la Lega critica l’iniziativa.”La senatrice Pavanelli – afferma il parlamentare Virginio Caparvi – forse ignora il fatto che ci sono delle indagini dei carabinieri dei Nas sulla struttura di Nocera Umbra, la quale manca di determinate autorizzazioni e probabilmente non sa nemmeno che la politica e la macchina pubblica si sono già mosse da tempo per trovare soluzioni migliori in linea con la legge e qualitativamente più idonee per gli ospiti della casa di riposo”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere