CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Neve in Umbria, notte di freddo e gelo a Norcia. Fiocchi bianchi a Perugia e Terni

EVIDENZA Perugia Cronaca e Attualità Terni Alta Umbria Assisi Foligno Spoleto Marsciano Todi Deruta Narni Orvieto Amelia Trasimeno Extra Città

Neve in Umbria, notte di freddo e gelo a Norcia. Fiocchi bianchi a Perugia e Terni

Redazione
Condividi

Neve e gelo in tutta l'Umbria

PERUGIA/TERNI – La neve non ha tardato ad arrivare. Le previsioni l’avevano annuciata e, a partire dalla mattinata del 5 gennaio, i fiocchi sono caduti in molte zone della nostra regione.

Provincia di Perugia Norcia sotto la neve: l’attesa perturbazione con precipitazioni e freddo intenso è arrivata anche nelle zone colpite dal terremoto.
La città di San Benedetto si è svegliata sotto un leggero manto bianco, così come Preci e Cascia. La precipitazione nevosa nei tre centri della Valnerina si è comunque attenuata nel corso della prima mattinata. Continua a nevicare, invece, con insistenza sulle montagne sovrastanti. I mezzi antineve della Provincia e dei singoli comuni sono entrati subito in azione per rendere percorribili le strade, rese però a tratti insidiose dal ghiaccio. Fiocchi di neve sono caduti fin dalla mattinata anche sul capoluogo. Anche le aree dell’Eugubino-Gualdese, del Folignate e dell’Altavalle del Tevere sono state interessate da nevicate.

Terni imbiancata Nella tarda serata di giovedì, poco dopo le 22, sulla città di Terni è cominciata a cadere una fitta nevicata, breve ma intensa, come testimoniano le tre foto qui sotto. Più a lungo ha nevicato nei sobborghi collinari della seconda città umbra. Fiocchi più duraturi invece nella Valnerina ternana.

Nevicata a Terni

Nevicata a Terni

img_4091 img_4092

Castelluccio a – 15. Ha toccato i meno 15 gradi la temperatura nella notte a Castelluccio di Norcia, frazione quasi completamente distrutta dal terremoto e ora disabitata. A presidiarla ci sono gli alpini del quinto reggimento, di stanza a Vipiteno. Sull’altopiano ha nevicato a lungo e la coltre ha raggiunto uno spessore di mezzo metro. Tira inoltre un forte vento che rende ancora più intensa la sensazione di freddo. Castelluccio è sorvegliata 24 ore su 24 dagli alpini che utilizzano come una sorta di base sul posto un container nel quale fino a qualche giorno fa viveva uno degli allevatori del posto. A Norica città, viste le condizioni climatiche avverse, il Comune comunica che nei prossimi giorni sarà possibile alloggiare all’interno dei container di via XX settembre. Per informazioni, contattare il numero 329/4104443

La situazione lungo le strade Sono tutte regolarmente transitabili le strade dell’Umbria interessata dall’ondata di gelo.  La polizia stradale ha riferito che non nevica praticamente più. Qualche fiocco continua a cadere solo su Norcia. La temperatura si mantiene bassa dovunque, spesso con valori vicini allo zero. I timori sono quindi legati al ghiaccio, in particolare durante la notte, favorito anche dal vento gelido. Numerosi ma piccoli interventi legati al maltempo sono stati compiuti dai vigili del fuoco praticamente lungo tutta la fascia appenninica. Non vengono comunque segnalate situazioni di particolare disagio.

Disagi a Polino Le squadre del servizio viabilità della Provincia di Terni stanno operando in queste ore nella zona di Polino (Valnerina ternana) dove dalla prima mattinata è caduto un lieve strato di neve che per le basse temperature ha gelato generando ghiaccio e rendendo difficoltosa la viabilità su alcuni tratti montani delle Strada provinciale 66 di Collebertone e 17 di Polino. Le operazioni del pronto intervento consistono nella rimozione del ghiaccio e nel ripristino delle normali condizioni di circolazione veicolare.

Il territorio ternano Sul resto del territorio provinciale e della rete stradale non si registrano attualmente criticità ma l’allerta meteo lanciato dalla Protezione civile per le prossime 24-36 ore ha fatto attivare tutte le procedure di intervento in caso di necessità. L’amministrazione provinciale ha messo in pre allarme gli otto circoli stradali con oltre 50 unità che stanno monitorando tutta la rete viaria di competenza. Le scorte di sale attualmente disponibili, fanno sapere i responsabili del servizio viabilità, sono sufficienti per coprire il fabbisogno almeno fino all’inizio della prossima settimana. A queste verranno poi aggiunte a breve altre 256 tonnellate che saranno fornite a seguito di gara già avviata.

Previsioni “Nelle ultime 36 ore – si legge in un bollettino di Umbria Meteo – l’evoluzione atmosferica generale ha rispettato abbastanza fedelmente quanto ci si attendeva, qualche scostamento c’è stato invece sulle precipitazioni rispetto alle stime iniziali, precipitazioni un po’ più abbondanti sull’Umbria centrale, soprattutto sulla media valle del Tevere, un po’ meno sull’Umbria settentrionale, specie tra Altotevere, Trasimeno e perugino, si tratta comunque di scarsi di pochi centimetri di neve al suolo, errori da mettere in conto in situazioni del genere con precipitazioni intermittenti ed a macchia di leopardo. Pienamente rispettate invece finora le proiezioni per le aree appenniniche, specie sull’eugubino gualdese dove si sono avute le precipitazioni più abbondanti, in particolare su Gualdo Tadino, Fossato di Vico e Nocera Umbra”. “Sabato 7 gennaio – si legge nel bollettino – ancora nuvolosità irregolare sull’Umbria centro occidentale e molte nubi con locali precipitazioni in Appennino, queste ultime saranno più probabili sull’area dei monti Sibillini. Domenica 8 gennaio ancora molte nubi e ciò limiterà notevolmente l’annunciato, nei giorni scorsi, raffreddamento notturno, quindi al primo mattino saranno probabilmente scongiurate temperature minime tra -10°C e -15°C nei fondovalle umbri. Temporanea intensificazione delle nubi e delle precipitazioni, quest’ultime limitate ancora all’Appennino, nel pomeriggio. In serata invece schiarite e rasserenamenti sull’Umbria centro occidentale, ancora molte nubi ma precipitazioni in calo in Appennino. Le temperature inizieranno ad aumentare ed i venti di tramontana ad attenuarsi”.