martedì 29 Novembre 2022 - 19:11
11.6 C
Rome
- Pubblicità -spot_img
spot_img

Neonato morto in un sacchetto a Terni: pena dimezzata per la mamma, condannata a sei anni

Per i giudici di Firenze è stato infanticidio non omicidio volontario. Revocata anche la provvisionale

TERNI – Mercoledì i giudici della corte d’Assise d’appello di Firenze hanno più che dimezzato la pena per Giorgia Guglielmi, la giovane ternana che il 2 agosto del 2018 abbandonò il figlio neonato in una busta nel parcheggio dell’Eurospin, dove il piccolo fu poi trovato morto. La giovane mamma è stata condannata a 6 anni su 14: per i giudici di Firenze è stato infanticidio non omicidio volontario. Revocata anche la provvisionale. Di questi 6 anni quattro li ha già scontati con la custodia cautelare in carcere e poi ai domiciliari presso una struttura protetta.

La vicenda

Il corpo del piccolo fu trovato quella sera d’estate da una donna, che poi allertò il personale e la polizia di stato. Le indagini risalirono immediatamente alla ternana, allora ventisettenne, che da circa un mese,  è tornata libera poichè è stato raggiunto il limite massimo di custodia cautelare, ovvero quattro anni – ed oggi ha due figli, una affidata alla nonna e l’altra nata durante il periodo di detenzione nella struttura protetta di Morlupo, oggi accudita dai servizi sociali di Roma Capitale.

.

- Pubblicità -spot_img

More articles

Ultime Notizie

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

[hungryfeed url="http://www.agi.it/cronaca/rss" feed_fields="title" item_fields="title,date" link_item_title="0" max_items="10" date_format="H:i" template="1"]